Matera, confessa il ragazzo di 17 anni: “Matteo l’ho ucciso per pochi euro”

Ha confessato il ragazzo di 17 anni fermato con l’accusa di aver ucciso un suo amico, il coetaneo Matteo Barbalinardo (nella foto di apertura e sotto), il cui cadavere è stato trovato ieri, domenica 21 maggio, in un cantiere a Marconia di Pisticci (Matera), a poca distanza dalla sua abitazione. Sul cadavere del ragazzo vi erano numerose ferite di arma da taglio. Nella notte il giovane è stato a lungo ascoltato nel commissariato di polizia di Pisticci, diretto da Domenico Di Vittorio e alla presenza del pm dei minori di Potenza, Carmine Olivieri.

Era scomparso giovedì scorso

Le tracce di Barbalinardo si erano perse giovedì scorso, 18 maggio, e il giorno dopo la famiglia ne aveva denunciato la scomparsa. Secondo la prima ricostruzione, il movente dell’omicidio potrebbe essere una questione di droga e un debito di qualche euro. I due, secondo quanto ricostruito, hanno trascorso insieme gran parte della serata di giovedì: il fermato aveva detto agli inquirenti di aver visto l’amico per l’ultima volta intorno alla mezzanotte. La conferenza stampa si terrà alle ore 11 nella sala Palatucci della Questura di Matera.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto