Listeria nell’insalata capricciosa Centrale del latte di Brescia: via da Coop

Nuovo caso di listeria nell’insalata capricciosa. Questa volta è Coop a procedere al ritiro dal commercio della confezione da 150 grammi prodotta dalla Centrale del latte di Brescia. Lo ha fatto su segnalazione della stessa azienda, che ha sede a Poncarale, in provincia di Brescia. Tre i lotti: 15L4M255, 16L4M255 e 17L4M255.

Le date di scadenza

Le date di scadenza sono fissate al 22, al 23 e al 24 gennaio 2019. Come nel caso dell’insalata Terra&Vita richiamata dal ministero della Sanità, i consumatori che avessero acquistato il prodotto, dunque, devono riportare il prodotto al punto vendita per la sostituzione o il rimborso.

Il batterio e i sintomi

L’agente patogeno della listeria monocytogenes è un batterio che sopporta le basse temperature e può trovarsi in alimenti come il latte crudo, formaggi molli, carne fresca e congelata, pollame, prodotti ittici e prodotti ortofrutticoli. Chi ne viene contaminato può risentire di due forme: da un lato quella più diffusa, caratterizzata da diarrea poche ore dopo aver ingerito il cibo contaminato. La seconda, più grave e anche più rara, è invasiva o sistemica e può dare origine a sepsi, encefaliti e meningiti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto