Sciopero dei taxi fino alle 22: si va a piedi in tutta Italia e corteo a Roma

Sciopero nazionale dei taxi per tutta la giornata di oggi. La protesta durerà fino alle 22 ed è stata confermata dopo l’incontro di ieri al ministero dei Trasporti che non ha dato l’esito sperato. A Roma manifestazione nazionale con un presidio autorizzato dalle 10,30 alle 18 a Porta Pia. I tassisti sostengono che le misure del governo hanno deregolamentato il servizio pubblico dei taxi aprendo il mercato alle multinazionali e favorendo concorrenti come Uber e che sono irricevibili le proposte avanzate in particolare per quanto riguarda la territorialità e il rientro in rimessa per gli Ncc (noleggio con conducente).

Il ministero: il mercato va regolato

“L’obiettivo che il governo intende raggiungere”, ribatte il viceministro dei Trasporti, Riccardo Nencini (nella foto sopra), “è regolare il mercato perché i servizi resi ai cittadini siano più efficienti e più adeguati alla domanda. È nostra intenzione perseguire questo obiettivo, superando le varie forme di abusivismo, regolamentando le piattaforme tecnologiche, promuovendo su base regionale i servizi Ncc”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto