Panificatori in sciopero: contratto scaduto da 21 mesi

Sciopero dei dipendenti dei panifici artigianali e industriali, con presidio a Milano davanti alla Casa del pane, sede dell’Unione panificatori. Non solo solo i trasporti a bloccarsi oggi e lo annunciano Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil che oggi, venerdì 21 ottobre, protestano contro il mancato rinnovo del contratto, scaduto da 21 mesi, che interessa a livello nazionale 80.000 lavoratori.

a-albanese

Crisi alla Panem e lavoratori in rivolta

Al presidio di oggi partecipano anche i dipendenti della storica azienda Panem di Muggiò (Monza) “per denunciare la drammatica situazione in cui versa l’azienda”, spiega Massimiliano Albanese (nella foto sopra), segretario generale della Fai-Cisl della Lombardia, “che vede il Gruppo Novelli in concordato preventivo, con ritardi di alcuni mesi nei pagamenti delle retribuzioni e delle spettanze previdenziali”. Il gruppo controlla una serie di marchi della grande distribuzione, da Ovito a Interpan, Cantina Novelli e Pan Famiglia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto