Palermo: “Via il diavolo”, esorcista arrestato per violenza sessuale

La polizia ha arrestato padre Salvatore Anello (nella foto sotto), 59 anni, sacerdote noto a Palermo come guaritore ed esorcista. Gli investigatori della sezione di polizia giudiziaria della polizia di Stato in servizio presso la procura dei minori lo hanno fermato all’interno del convento dei cappuccini. L’accusa è di violenza sessuale.

a-cappuccino

Le violenze chiamate “preghiere di guarigione”

Il religioso, 59 anni, è cappellano all’ospedale civico e le accuse discendono da denunce secondo cui avrebbe palpeggiato due donne e tre minorenni che si erano rivolte a lui per essere aiutate. Le violenze sarebbero avvenute durante riti e benedizioni che lui, pur non riconosciuto come esorcista dalla diocesi, chiamava “preghiere di guarigione”.

Coinvolto anche un colonnello dell’esercito

In carcere è finito anche un colonnello dell’esercito, Salvatore Muratore, 59 anni, in servizio alla caserma Turba. Era conosciuto come uno degli animatori più attivi della comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo di Palermo. In questa veste, sostengono il sostituto procuratore Giorgia Righi e il procuratore aggiunto Salvatore De Luca, avrebbe approfittato di 4 donne e di una minorenne psicologicamente fragile.

“È il diavolo che ti fa dire queste cose”

“Io faccio preghiere di guarigione”, era il vanto degli arrestati che, per rassicurare le donne che subivano molestie, aggiungevano: “È il diavolo che ti fa dire queste cose, io sto solo invocando il demone della lussuria per liberarti”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto