Paura al Giglio, affonda lo yacht di Guido Meda: “Grazie ai miei angeli custodi”

Paura per il giornalista Guido Meda, direttore della sezione motori di Sky Sport, e per altri 8 passeggeri (tra i quali 5 bambini) di uno yacht affondato all’Isola del Giglio. La barca, uno yacht di 15 metri con a bordo 9 persone, dopo aver sbattuto sugli scogli durante una burrasca, è affondata.

Tutti i passeggeri sono stati tratti in salvo. Intanto il maltempo e le condizioni del mare hanno bloccato sull’isola circa 400 turisti a bordo di due navi in difficoltà.

Gli angeli custodi…

“È arrivata una tempesta, rapidamente, eravamo in mezzo – ha raccontato Meda a La Nazione – . Brutta, bruttissima disavventura. Ci siamo trovati in mezzo e purtroppo la barca è andata giù. Dico solo che per fortuna siamo tutti salvi e questo è ciò che conta davvero”. Il giornalista ha poi ringraziato tramite i social network chi da riva ha visto lo yacht affondare e ha chiamato in tempo i soccorsi. “Vorrei conoscere le quattro persone mandate da un angelo custode”, ha scritto Meda su Twitter.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto