Sesso e prostata: un orgasmo al giorno riduce del 20% il rischio tumore

Un orgasmo al giorno diminuisce di più del 20% il rischio di cancro alla prostata. Lo sostengono i ricercatori della Harvard School of Medicine, coordinati da Jennifer Rider, che aggiungono anche questo ai benefici del sesso. Il dato percentuale emerge dopo aver osservato per un lungo arco di tempo, 18 anni, 32 mila uomini sani con differenti tipi di vita, regimi alimentari diversi e divergente approccio agli screening.

32.000 uomini sotto osservazione per 18 anni

Nel corso dello studio, sono stati in 3.800 a sviluppare un tumore prostatico. Ma tra di loro non c’erano gli uomini con un’età compresa tra i 40 e i 49 anni che avevano avuto almeno 21 eiaculazioni al mese: per loro, infatti, la probabilità di essere colpiti della stessa malattia era del 22% inferiore rispetto a chi invece ne aveva tra i 4 e 7. Dice in proposito Jennifer Rider: “Questi dati vanno considerati come frutto di osservazione. Ma sono i più convincenti finora emersi sui potenziali benefici dell’eiaculazione nella prevenzione del cancro della prostata”.

L’indagine dopo lo studio di Montreal

Questa indagine scientifica giunge poco tempo un studio precedente, in quel caso firmato dall’università di Montreal. Anche in questo caso il nesso sotto indagine era quello tra il sesso e la prostata, ma la conclusione a cui era giunto il team coordinato dalla ricercatrice Marie-Elise Parent era che gli uomini che avevano avuto rapporto con più di 20 donne avevano il 19% in meno di probabilità di sviluppare il carcinoma prostatico. Un incentivo a una maggiore libertà sessuale, era stato chiesto alla scienziata? E lei: “Mi sembra prematuro”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto