Diciotti: 237 senatori “assolvono” il ministro Salvini

L’Aula del Senato ha salvato oggi Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno non andrà a processo per il caso della nave Diciotti.

Palazzo Madama ha infatti detto no alla richiesta del tribunale dei ministri di Catania con una amplissima maggioranza: 232 senatori hanno votato sì alla relazione del presidente della Giunta per le autorizzazioni Maurizio Gasparri che si opponeva alla richiesta di processo.

L’Aula del Senato ha negato l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini con 237 i voti ottenuti dalla relazione della giunta delle immunità, contrari 61 e nessun astenuto.

L’ha comunicato ufficialmente la presidente Elisabetta Casellati. Lega e M5s, con l’eccezione di qualche senatrice dissidente, comeFattori e Nugnes, si sono tutti schierati per il no. E hanno potuto contare anche sui voti di Forza Italia.

 

La richiesta di autorizzazione

Senato al voto sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del vicepremier Matteo Salvini a proposito del caso Diciotti . Ieri il presidente della giunta, Maurizio Gasparri, nella sua relazione ha proposto il no. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è in aula. Con lui, anche il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio.

Urne aperte fino alle 19

Il voto è previsto per le 13, sarà palese senza proclamazione immediata del risultato. Ma si dovrà aspettare il termine della seduta pomeridiana, previsto per le 19, per consentire a chi non è presente di votare nel corso della giornata, come prevede il regolamento per le “proposte di diniego dell’autorizzazione”.

Domani tocca a Toninelli

Ad aggiungere tensione nella maggioranza il voto di sfiducia sul ministro del Trasporti Danilo Toninelli, previsto per domani sempre in Senato: l’opposizione grida allo scambio di favori. Inoltre in ballo c’è anche la questione della nave Mare Jonio. Matteo Salvini ritiene che non sia una coincidenza. “Ho smesso di credere in Babbo Natale – dice il ministro – il presunto salvataggio di questa nave gestita dai centri sociali era organizzato da giorni”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto