È arrivata la primavera, la notte scorsa con la Superluna

È arrivata la primavera con un’altra “Superluna” nei cieli italiani. Il nuovo spettacolosi è verificato alle 22,58 di ieri, mercoledì 20 marzo (i precedenti sono stati il 21 gennaio e il 19 febbraio).

Nella notte tra mercoledì e giovedì il nostro satellite è stato nella fase di plenilunio nel momento in cui, nella sua orbita ellittica, si troverà in prossimità del punto più vicino alla Terra (perigeo).

Tempo permettendo la Luna è apparsa più grande, circa il 10%, e luminosa del normale, salutando così degnamente l’arrivo della primavera.

Prossimo connubio nel 2030

Alle 22.58 è caduto, infatti, l’equinozio di primavera che ha sancito l’avvio della primavera astronomica.

È stata l’ultima Superluna del 2019. Una superluna in concomitanza dell’equinozio di primavera è un evento abbastanza raro, non succedeva infatti dal 2000 e la prossima volta sarà nel 2030. Ricordiamo che la parola “Superluna” fu introdotta nel 1979 da Richard Nolle, un astrologo, e anche per questo motivo non è particolarmente apprezzata come termine da parte della comunità scientifica. Gli astronomi preferiscono riferirsi al fenomeno con l’espressione “perigeo-syzygy”. Molto meglio Superluna!

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto