Raccolta fondi per l’Ucraina, Coop raggiunge quota 1,2 milioni di euro

raccolta fondi per l'Ucraina

Ha raggiunto 1,2 milioni di euro la raccolta fondi per l’Ucraina avviata da Coop. Partita il 4 marzo in collaborazione con l’Agenzia ONU per i Rifugiati-UNHCR, la Comunità di Sant‘Egidio e Medici Senza Frontiere, #Coopforucraina , questo il nome dell’iniziativa, ha lo scopo di portare aiuto alle famiglie in fuga dalla guerra.

 

Cibo, abiti, cure e medicine

I fondi raccolti hanno permesso e permettono tutt’ora di fornire assistenza sanitaria, kit di primo soccorso, cibo, vestiti e accoglienza al confine con l’Ucraina e al suo interno. In un mese le donazioni hanno raggiunto quota  1.200.000 euro. Di questi, 500.000 euro sono stati versati in partenza dalle cooperative, il resto è arrivato dai contributi dei cittadini.

 

81.000 donatori privati

I donatori sono stati oltre 81.000 e hanno contribuito in diverse modalità. Oltre 540mila euro sono stati raccolti attraverso le casse dei 1.100 punti vendita Coop con donazioni in denaro e punti redenti, il resto è stato versato sul conto corrente e sulla piattaforma di crowdfunding online Eppela.

La “fase 2”

Il 5 aprile la  campagna riparte,  spostandosi sui territori. Soci e i clienti potranno continuare a versare nuovi contributi attraverso i punti vendita. A beneficiarne saranno le associazioni locali che già si stanno occupando dell’accoglienza dei profughi giunti dall’Ucraina in questo mese.
“Il numero dei donatori è davvero significativo ma lo è stata anche l’estrema generosità con cui hanno voluto partecipare spesso stanziando cifre ingenti”  sono le parole di Marco Pedroni, presidente Coop Italia e Ancc Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori).  “Ora avviamo una seconda fase di raccolta fondi, dove sono protagoniste le cooperative e le associazioni locali che si stanno prodigando per garantire assistenza e accoglienza alle famiglie ucraine giunte in Italia nell’ultimo mese”.

Authors

Post relazionati

Alto