Il bonus sociale luce e gas si allarga, chi ne ha diritto e come averlo

bollette energia

Il bonus sociale luce e gas si allarga. Per aiutare le famiglie contro il caro energia, il governo ha stabilito che dal 1° aprile a 31 dicembre di quest’anno, l’aiuto in bolletta sarà esteso a tutte le famiglie con Isee fino a 12.000 euro. Il tetto precedente era di 8.265.

 

Gli altri beneficiari

Tra i beneficiari del bonus sociale luce e gas rientra già chi ha un Isee fino a 20.000 euro e più di tre figli a carico,  chi riceve il reddito o la pensione di cittadinanza, e i clienti domestici affetti da grave malattia che costringe all’uso di apparecchi elettromedicali salvavita.

 

5 milioni di famiglie

La quota di famiglie che riceveranno il beneficio sale così da  3,8 a oltre 5 milioni. La novità è nel l’articolo 6 del decreto Energia (Dl 21/2022) che per finanziare il provvedimento stanzia sul tavolo 102,8 milioni, con l’obiettivo di sterilizzare completamente gli aumenti delle bollette per un’altra quota di famiglie.

 

Un risparmio del 30% in bolletta

Secondo le stime riportate nella relazione illustrativa presentata in Senato, la misura comporterà una riduzione di spesa dell’utente medio, al lordo delle imposte, dell’ordine del 30%.  Nel primo trimestre del 2022 il bonus elettrico ha viaggiato dai 165,60 euro per le famiglie di una-due persone, a 235,80 euro per quelle di oltre quattro componenti. Per il gas, gli importi sono variati tra i 62,10 e gli 816,30 euro, a seconda della posizione geografica, del consumo e dei componenti del nucleo familiare.

 

La domanda

Per ottenere il bonus, i beneficiari non dovranno fare nulla, se non presentare l’Isee aggiornato (qualora non l’abbiano già fatto). Lo sconto sarà accreditato direttamente in bolletta, grazie allo scambio di informazioni tra Inps, che detiene la banca dati delle domande per l’Isee, e Acquirente unico in base .

 

I tempi, un mese di attesa

Chi quindi non ha ancora richiesto l’Isee all’Inps, deve fare domanda all’Inps e attendere circa un mese. Una volta che saranno state effettuate le verifiche del caso, l’agevolazione scatterà nella prima bolletta utile.

 

Authors

Post relazionati

Alto