La piattaforma e-commerce Wish bandita in Francia: ‘vende prodotti pericolosi’

Wish

La piattaforma e-commerce Wish è stata oscurata in Francia. Così ha deciso il governo, in seguito all’accertamento della irregolarità dei prodotti – abiti e gadget – offerti dal sito statunitense.

Wish bandita in Francia

L’eliminazione dei collegamenti alla piattaforma e-commerce Wish è stata ordinata ai gestori del traffico web dall’ufficio repressione frodi francese (DGCCRF).

La drastica misura è giustificata dalla scoperta che molti prodotti venduti su questa piattaforma sono pericolosi.

Prodotti pericolosi

Da un controllo eseguito dagli ispettori francesi antifrode su 140 articoli venduti da Wish è emerso che il 90% dei dispositivi elettrici, il 62% della bigiotteria e il 45% dei giocattoli presentavano un potenziale pericolo per i consumatori.

L’origine del rischio risiede nei difetti degli apparati elettrici, la presenza di sostanze cancerogene o componenti staccabili troppo facilmente.

Divieti ignorati

In seguito a un’allerta, i prodotti incriminati sono stati ritirati. Tuttavia, sono ricomparsi in breve, sulla stessa piattaforma e-commerce, con nomi diversi.

In mancanza di soluzioni, il governo francese ha scelto – per la prima volta – di ‘spegnere’ il collegamento a Wish.

Via all’oscuramento di Wish sui motori di ricerca

La decisione stavolta ha sortito gli effetti cercati. Il mensile dei consumatori francesi Que Choisir ha verificato il 6 dicembre 2021 che il sito Wish non viene più visualizzato nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Anche la app Wish è stata rimossa da Google Playstore.

L’irregolarità dei prodotti era stata evidenziata più volte da Que Choisir. ‘Fin dall’inizio, abbiamo assistito con una certa cautela all’ascesa fulminea di questa piattaforma di e-commerce specializzata nella vendita di gadget di fascia bassa, la maggior parte dei quali provenienti direttamente dalle fabbriche cinesi’, scrive l’associazione.

Quattro anni di segnalazioni

Da quattro anni Que Choisir denunciava l’irregolarità del prodotti venduti dalla piattaforma statunitense. ‘Già nel 2018 denunciavamo la presenza di prodotti pericolosi o contraffatti e false promozioni’, ricorda l’associazione.

Sempre ultima nei test comparativi di Que Choisir, Wish è stata più volte segnalata anche per i ritardi nella consegna e la mancata corrispondenza del prodotto alla descrizione.

Authors

Post relazionati

Alto