Da Quota 102 all’Ape sociale: tutte le novità sulle pensioni

quota 102

Dopo Quota 100 arriva Quota 102. Si estende l’Ape sociale ad una nuova platea di lavoratori, e viene introdotta l’uscita dal lavoro anticipata per chi lavora in piccole e medie aziende in crisi. Sono alcune delle novità contenute nella manovra di Bilancio, approvata dal Consiglio dei ministri il 29 ottobre.

 

In pensione a 64 anni

Dopo una lunga trattativa il governo ha inserito nella legge di Bilancio la misura che per il 2022 permetterà di andare in pensione a chi ha almeno 64 anni e 38 di contributi. Bisognerà essere nati nel 1958 o negli anni precedenti. Una misura ponte che, come ha chiarito ieri il premier Mario Draghi, prelude al ritorno al sistema contributivo per tutti senza eccezioni. “Vedremo a quale età e con quale flessibilità, come recuperare i pensionati che lavorano in nero e correggere le pensioni squilibrate dei giovani”, ha detto il capo del governo.

 

Uscita anticipata per chi lavora in aziende in crisi

Per il triennio 2022-2024 sono invece previsti altri 200 milioni all’anno che permetteranno di uscire dal lavoro a partire da 62 anni, a chi lavora nelle piccole e medie imprese in crisi, senza nessun vincolo contributivo.

 

Ape sociale a maestre ed estetiste

Non solo Quota 102, anche l’Ape sociale viene rinnovata per un altro anno. L’indennità viene allargata ad altre 8  nuove categorie di lavori gravosi, e arriva a un totale di 23: dai professori di scuola materna e primaria ai magazzinieri, dagli estetisti ai tecnici della salute, dagli artigiani, operai specializzati e agricoltori ai conduttori di mulini e impastatrici, dagli addetti alle pulizie ai portantini.

 

Opzione Donna da 60 anni

Il pacchetto previdenza prevede anche la proroga per un altro anno di Opzione Donna, con una modifica. L’età di uscita viene alzata da 58 a 60 anni. In pratica avranno accesso alla misura le donne che entro il 2021 compiono 60 anni (se lavoratrici dipendenti) o 61 anni (se autonome) e hanno 35 anni di contributi.

 

Foto di Wilfried Pohnke da Pixabay

Authors

Post relazionati

Alto