Iva sugli assorbenti cala al 10%, e Coop fino al 3 novembre scende al 4%

iva sugli assorbenti

Da gennaio l’Iva sugli assorbenti scende dal 22 al 10%. Dopo due anni di battaglie e petizioni, il fronte della No Tampon tax è riuscito a strappare al governo la riduzione di questa tassa. Il taglio è stato inserito nel Documento programmatico di bilancio per il 2022 varato il 19 ottobre da Palazzo Chigi, che anticipa la Manovra finanziaria 2022.

 

Il comunicato di Palazzo Chigi

La notizia è stata ufficializzata nel comunicato finale diramato da Palazzo Chigi, dove si legge che “il taglio dal 22% al 10% dell’Iva su prodotti assorbenti per l’igiene femminile”.

 

Una battaglia durata due anni

Un passo avanti dopo la petizione lanciata dal collettivo Onde Rosa con la ong We World, che aveva raggiunto più di 650 mila firma.  Nella legge di Bilancio 2020 l’Iva era stata già abbassata al 5% sui prodotti per l’igiene femminile lavabili e sulle coppette, ma mancava un provvedimento sugli usa e getta.

 

15 milioni le italiane coinvolte

Oggi il mercato degli usa e getta è di circa  515 milioni di euro, e interessa 15 milioni di italiane. Si calcola che nella sua vita una donna consumi circa 12 mila assorbenti. Secondo i calcoli di Onde Rosa l’iniziativa costerebbe all’Erario 72 milioni di euro.

 

“Il Governo ha imboccato la strada giusta con l’abbattimento dell’Iva sugli assorbenti femminili dal 22% al 10% e dimostra di aver recepito la mobilitazione in atto che Coop ha sostenuto”, è il commento di Coop, tra i primi supporter della campagna contro la Tampon tax. “Ci affianchiamo al Governo con una ulteriore azione. Da domani, giovedì 21 ottobre la possibilità di arrivare anche al 4% come tassazione è già realtà in Coop. Il rilancio della campagna “Close the Gap” prevede fino al 3 novembre il taglio del prezzo di vendita su tutti gli assorbenti femminili Coop così da simulare il passaggio dell’Iva dal 22% attuale al 4%”.

 

 

Authors

Post relazionati

Alto