Coprifuoco subito dalle 23, matrimoni con il green pass: il decreto

Coprifuoco da subito alle 23, ristoranti aperti la sera, matrimoni con il green pass. Il nuovo decreto riaperture varato dal governo il 17 maggio allenta ancora le restrizioni portandoci gradualmente al ritorno alla normalità.
Dall’entrata in vigore del decreto, atteso già oggi in Gazzetta Ufficiale, sarà possibile rincasare alle 23. L’asticella sarà spostata una seconda volta il 7 giugno, alle 24, per poi arrivare all’abolizione completa il 21 giugno.

 

Decisivo l’Rt ospedaliero

Accordo raggiunto anche sulla modifica dei parametri per i cambi di colore delle Regioni. Il dato dell’Rt dei contagi sarà sostituito dall’Rt ospedaliero, e verrà affiancato da quello sull’incidenza dei nuovi casi ogni 100 mila abitanti. I nuovi criteri si applicheranno già dal 21 maggio, e potrebbero portare alcune regioni ad accedere già alla fascia bianca, con l’apertura di tutte le attività.

 

Matrimoni con il “pass”

Via libera alle feste di matrimonio dal 15 giugno. Per rendere sicure le cerimonia con centinaia di persone sarà necessario il green pass, la certificazione già sperimentata per spostarsi tra regioni. Servirà insomma un documento che provi l’avvenuta vaccinazione, l’avvenuta guarigione o la non positività, certificata da un tampone negativo effettuato 48 ore prima della cerimonia.

 

Dal 1° giugno si mangia anche al chiuso

Si procede intanto con gli step già programmati nel decreto del 26 aprile. Il 1° giugno riapriranno ristoranti al chiuso sia a pranzo sia a cena, con consumazione al tavolo. Anche per i bar il permesso di consumazione al bancone partirà il 1° giugno. Sarà mantenuto il protocollo già in vigore che prevede massimo quattro persone al tavolo, a meno che non si tratti di componenti di un nucleo familiare, e obbligo di mascherina quando non si sta seduti.

 

Piscine al chiuso da luglio

Via libera ai centri commerciali nel weekend dal 22 maggio. Il 24 maggio riapriranno infine le palestre, per la riapertura delle piscine al chiuso bisognerà aspettare il 1 luglio. Quelle all’aperto e stabilimenti balneari sono aperti al pubblico dal 15 maggio.

 

Sale giochi e corsi di formazione

Il 1° luglio è anche la data di riapertura di sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò. A partire da questa data sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

 

Sì agli eventi sportivi

Partenze a scaglioni per gli eventi sportivi. Dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio al chiuso, sarà consentita la presenza di pubblico, nei limiti già previsti (25 %  della capienza massima, con il limite di 1.000 persone all’aperto e 500 al chiuso) per tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale).

 

 

Authors

Post relazionati

Alto