Pasqua all’estero, l’ordinanza: tampone e quarantena di 5 giorni

tampone molecolare

Tampone prima della partenza, quarantena e tampone di rientro per chiunque si muove verso l’estero. In vista delle vacanze pasquali il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza che dispone nuove regole per chi esce dal Paese. La norma prevede che fino al 6 aprile, chi si muove anche tra i confini dell’Ue dovrà sottoporsi a un tampone prima della partenza, una quarantena di 5 giorni dopo il rientro e un ulteriore tampone (molecolare o antigenico) alla fine del periodo di vacanza.

Le regole per chi arriva da altri Paesi
Attualmente i viaggi all’estero per turismo sono sconsigliati dal ministero degli Esteri, che raccomanda di spostarsi solo per motivi di lavoro o necessità. La quarantena è prevista in ogni caso per chi viaggia nei Paesi extra Eu, ma in questo caso ha una durata di 14 giorni.

Impennata di prenotazioni per Pasqua
Le nuove disposizioni riguardano di fatto tutti coloro che hanno in programma di spostarsi oltreconfine durante la pausa pasquale. Il provvedimento arriva infatti dopo la notizia dell’impennata di prenotazioni verso alcune località turistiche europee.
Nel weekend sarà infatti possibile andare all’estero nonostante il divieto di spostamento tra regioni e le altre restrizioni varate per il contenimento dell’epidemia.

Sì agli spostamenti verso l’aeroporto
Come ha chiarito anche qualche giorno fa il ministero dell’Interno, chi ha un biglietto aereo è autorizzato anche a spostarsi da un comune o da una regione all’altra per raggiungere l’aeroporto di destinazione, basterà munirsi di autocertificazione.

Di Maio: “I viaggi restano sconsigliati”
Ieri sera il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha dichiarato che muoversi fuori dall’Italia resta sconsigliato. “Quello che noi abbiamo chiesto – ha detto al Tg2Post -, è rimanere a casa e non spostarsi, chi va all’estero e rientra deve fare un tampone all’andata e al ritorno, rientra nelle regole della mobilità europea. Ma non stiamo assolutamente consigliando ai cittadini di andare all’estero, anzi sconsigliamo di spostarsi perché siamo in una fase difficile”.

Authors
Alto