“Nella stanza di Anteo”: un bel romanzo di Curati da regalare per le feste

Per fortuna c’è ancora chi regala libri, per le Feste di Natale e fine anno. Una buona abitudine che, anzi, si va riscoprendo negli ultimi anni. Conviene, però farsi guidare per la scelta nel mare magnum di un mercato che, proprio in quest’occasione, si infittisce come non mai.

“Nella stanza di Anteo”, sottotitolo “Storia di guerra, biciclette e torte perdute” di Mauro Curati è un romanzo che merita – secondo noi – l’attenzione delle lettrici e dei lettori. La storia ha inizio dalla ricetta segreta di una torta in via di estinzione e da una misteriosa eredità che deve arrivare dall’Uruguay. Il lascito spetta all’anziano Anteo, forse colpito dall’Alzheimer che ne offusca i ricordi o da un male ancora più grave. In realtà dovrebbe finire ai suoi nipoti, che decidono di indagare per scoprire l’origine di questa inattesa fortuna. Ma Sofia e Miro, questi i nomi dei nipoti, si imbatteranno in un segreto di famiglia. Quale e con quali conseguenze tocca ai lettori scoprirlo.

Comunque non rimarranno delusi.

Nota: Mauro Curati (nella foto in apertura di pagina) è un giornalista bolognese (per l’esattezza nato a San Giovanni in Persicto) che via via ha affinato le sue qualità di scrittore.

“Nella stana di Anteo” è il suo più recente romanzo, pubblicato da Pendragon.  Costa 16 euro per 253 pagine ricche di avventure.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto