“Torno a fare il sindaco di Milano”, Beppe Sala polemico su Fb

“Torno a fare il sindaco, certo della mia innocenza verso un’accusa che non costituisce un condizionamento della mia attività”; con un post sulla sua pagina Facebook il sindaco Beppe Sala annuncia che torna all’attività per cui lo hanno eletto i cittadini di Milano.

Nel suo testo Beppe Sala polemizza anche per aver saputo dalla stampa (e non dalla magistratura, come doveroso) che era indagato.

Si tratta di un post decisamente lungo e lo vedete qui in basso. Il sindaco di Milano conclude con un ringraziamento.

“Vorrei soprattutto dire grazie – scrive – ai tanti cittadini milanesi (e non solo) che hanno dimostrato di comprendere il mio gesto cogliendone senso e significato.
Milano ha il dovere di condurre la ripresa del nostro Paese anche attraverso la conferma di un modello amministrativo che mette al centro del suo operato trasparenza e legalità”. Segue la firma, con la qualifica appena ripresa. Giuseppe Sala
Sindaco di Milano

a-beppefacebook

Le notizie del 16 dicembre

Clamorosa novità a Milano, proprio mentre a Roma la Finanza entra in Campidoglio per esaminare gli atti dei primi 5 mesi della sindaca Virginia Raggi, il sindaco Giuseppe Sala fa sapere che questa mattina consegnerà al Prefetto le sua autospensione.

a-austosospendenormal

I fatti riguardano l’Expo

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala (nelle foto), ex aamministratore delegato di Expo, risulta indagato nell’inchiesta sulla “Piastra dei servizi” dalla Procura generale di Milano. Da una richiesta di proroga indagini, era emerso che la Procura generale, dopo aver avocato l’inchiesta alla procura, ha iscritto nuovi nomi nel registro degli indagati. Tra loro figura il primo cittadino milanese.

 

Contestata un’ipotesi di falso
A Sala viene contestata dai magistrati un’ipotesi di falso. A coordinare l’inchiesta è il sostituto pg di Milano Felice Isnardi che poco più di un mese fa ha avocato l’indagine, togliendola alla Procura che aveva chiesto l’archiviazione del fascicolo.

 

a-autosospendenota

Uno scontro tra magistrati

La richiesta di archiviazione era stata “bocciata” dal gip. Con le nuove indagini della Procura generale è arrivata l’iscrizione di Sala.
“Apprendo da fonti giornalistiche – scrive il sindaco nella nota diffusa dal Comune, che vedete qui sopra – che sarei iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla piastra Expo. Pur non avendo la benché minima idea delle ipotesi investigative, ho deciso di autosospendermi dalla carica di sindaco”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto