Il coniglio è un animale da compagnia: chiusi 60 allevamenti su 100 in 5 anni

In 5 anni gli allevamenti di conigli nel Trevigiano, provincia centrale per questa attività, sono scesi da 100 a 40 e uno fra i motivi principali è il mutato atteggiamento del consumatore verso animali in altre parti d’Europa tenuti in casa come fossero cani o gatti. Ne ha parlato, nel corso di un incontro di Confagricoltura Trevisoil presidente regionale dell’organizzazione Lodovico Giustiniani.

Attività poco redditizia

Per Cristiano Diotto, presidente dei cunicoltori di Confagricoltura Treviso, la flessione del consumo della carne di coniglio si deve tuttavia solo in parte all’accresciuta sensibilità animalista. “Stiamo parlando di un comparto di nicchia”, spiega, “rivolto a un animale non facile da allevare e che richiede investimenti importanti. Quindi di un’attività che è stata progressivamente abbandonata a favore di attività agricole più redditizie”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto