Mobili ed elettrodomestici: bonus del 50% anche per il 2016

Ristrutturare casa sarà più conveniente anche nel 2016. Come anticipato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi le detrazioni fiscali per ristrutturazioni, acquisto di mobili e di elettrodomestici, così come l’ecobonus, verranno prorogate anche per tutto l’anno prossimo.

 

65% per l’efficienza, 50% per le ristrutturazioni semplici
Gli interventi per rendere gli edifici più efficienti e risparmiare energia, godranno di un credito d’imposta del 65%, saranno compresi tra questi le spese per antisismica, la rimozione dell’amianto e le schermature solari. Il tetto di spesa massimo su cui calcolare la detrazione resta a 96.000 euro.
Per le semplici ristrutturazioni il bonus fiscale scende invece al 50%. In entrambi i casi il bonus viene suddiviso in dieci rate annuali.

Sì al bonus mobili: forse anche senza ristrutturazione
Convalidato anche il bonus mobili, vale a dire lo sgravio Irpef del 50% entro un tetto di 10.000 euro per i mobili acquistati in caso di ristrutturazione. Secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere esteso anche a chi non effettua i lavori. Compresi nelle agevolazioni sono letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché materassi e apparecchi di illuminazione costituenti necessari completamenti all’arredo dell’immobile che è oggetto della ristrutturazione. Restano invece escluse porte, pavimentazioni, tende e altri complementi di arredo.

 

Elettrodomestici: solo classe A+ o superiore
Quanto agli elettrodomestici vengono inclusi i grandi elettrodomestici di classe A + o superiore: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento. I grandi elettrodomestici privi di etichetta energetica sono valutati come agevolabili soltanto se per quella particolare tipologia non è previsto l’obbligo di avere l’etichetta.

I requisiti per la detrazione
La detrazione soltanto in presenza di tre requisiti: i pagamenti devono essere effettuati con bonifico; l’inizio dei lavori per gli interventi di ristrutturazione deve essere antecedente alla data di  pagamento dei mobili e dei grandi elettrodomestici; i pagamenti dei mobili e/o elettrodomestici vanno effettuati tramite bonifico, carta di credito o debito, dovendo poi conservare i relativi documenti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto