“Ha rubato ovuli”: il ginecologo Antinori a giudizio

Il professor Severino Antinori è stato rinviato a giudizio dal gup di Milano, Anna Magelli, con l’accusa di aver rapinato ovuli a una giovane infermiera spagnola.

Il processo si aprirà il prossimo 17 novembre davanti all’ottava sezione penale del Tribunale.

a-antinoridue

Il ginecologo alla Pm: “Stanotte non dormirà…”

Il ginecologo (nella foto qui sopra e in apertura di pagina) ha ribadito che si tratta di “una persecuzione” e rivolgendosi al pm Maura Ripamonti, titolare dell’ indagine, ha detto: “Se lei ha un minimo di coscienza non dormirà la notte. Ci pensi, ci pensi…”.

Le notizie pubblicate da Consumatrici.it il 20 giugno

Sono tutte bellissime le donatrici di ovuli della clinica Matrix di Milano dove operava il professor Antinori e finite in un’agenda, i cui nominativi sembrano ben noti al Corriere della Sera. Che  – nel numero in edicola oggi, visbile ora anche on line – ha deciso di raccontare una di queste storie, quella della modella messinese Lucia Sciliberto, detta Lucy, 20 anni, 1,71 centimetri, che vedete nelle foto di questa pagina.

aaaaaaaalucyuno

Il racconto della modella

Lucia racconta ai due giornalisti del Corriere della Sera, Andrea Galli e Simona Ravizza, che l’hanno “scoperta”, la sua storia: “Una donna che organizza eventi mi ha contattata e accompagnata nella clinica. Ho appena vent’anni, la vita e il mondo davanti; non voglio dir di no a niente e nessuno senza prima vedere, valutare di persona. Mi hanno promesso 1.500 euro. Pochi. Hanno rilanciato, arrivando a duemila. Ma qualcosa non mi rassicurava. Hanno insistito, con decisione. Mi hanno spiegato tutto, compreso il bombardamento ormonale. Ho domandato se potevo interrompere la cura nel caso in cui avessi iniziato a star male. Hanno risposto che non se ne parlava neanche, se il contratto partiva dovevo arrivare fino in fondo. Allora ho rinunciato. Sono scappata e non mi sono più fatta trovare”.

L’offerta iniziale era di 1.500 euro, diventati poi 2.000 dopo la prime resistenze della ragazza, che – dopo il diploma – è andata a vivere a Milano per cercare fortuna nel mondo della moda.

aaaaaaaaalucytre

Un catalogo di bellezze

In effetti Lucy e le altre 22 bellezze reclutate del professor Antinori non solo dovevano “vendere” i loro ovuli, ma anche finire in una sorta di catalogo da offrire alle coppie in cerca di un’inseminazione eterologa, come a dire “i nostri prodotti sono i migliori”. A questo servivano le modelle degli ovuli, per così dire, in un book davvero singolarissimo.

 

L’intero articolo del Corriere on line lo trovate qui con molti altri particolari.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto