Faccio e disfo valigie in 24 ore, vi spiego tutti i miei “trucchetti”

Come ho detto nel post precedente, questa estate si sta rivelando piena di impegni, piacevoli impegni sia chiaro, ma pur sempre impegni che arrivano uno dopo l’altro senza tregua.

Ciò ha comportato in me lo svilupparsi di una dote innata: quella di essere in grado di disfare e poi rifare la valigia in meno di ventiquattro ore.

Fino a qualche anno fa, infatti, dovete sapere che ero capace di metterci ore e ore, pomeriggi e pomeriggi per fare una semplice valigia per andare una settimana in Sardegna a passare ogni benedetto giorno al mare, in costume.

Con il tempo, però, si sa, ho sperimentato e piano piano ho trovato i miei trucchetti per essere il più veloce ed efficiente possibile mettendo in valigia solo ciò che so indosserò.

Devo dire che sono abbastanza soddisfatta della mia “tecnica” attuale perché, in effetti , non mi manca quasi mai nulla e allo stesso tempo raramente torno a casa con capi mai indossati.
Per questo motivo ho pensato di condividere con voi i miei “trucchetti” e semplicemente il mio metodo per fare una buona valigia in poco tempo!
Prima di tutto faccio una lista delle cose di cui avrò bisogno che non sono vestiti.

Mi spiego: beauty, intimo , trucchi, crema solare, scarpe, ciabatte, telo da bagno ecc.

Fondamentale ragazzi mi raccomando il telo da bagno: se fosse per mia madre dovrei portarne dietro 4 diversi ogni volta, uno per la sdraio, uno per il corpo, uno per i capelli, uno per il secondo bagno e non lo so mamma, uno pure per il cane e per l’amico immaginario?

Dopodiché, in base ai giorni che starò via, mi creo un outfit, un completo di indumenti per ogni giorno e dispongo i miei, immaginiamo 5, outfit sul letto in modo da avere una chiara visuale di ciò che metterò in valigia. Creo poi qualche abbinamento per la sera (in base ovviamente a ciò che farò durante la vacanza) e infine aggiungo qualche felpa.

Il fatto di disporre il tutto sul letto in modo chiaro e ordinato (l’intenzione di essere ordinata almeno c’è) mi aiuta a capire quali capi posso utilizzare più di un giorno e di conseguenza cosa posso eliminare dalla lista di vestiti da far entrare nella valigia sempre troppo piccola (maledetta Rayanir).

Infine apro i vari armadi e i vari cassetti e guardo cosa c’è rimasto che mi piacerebbe portare e, in base allo spazio rimanente, aggiungo un paio di cose. Ultimissima ed essenziale operazione consiste nel sedersi con tutto il mio peso (a volte il non essere troppo magri può tornare utile) sul bagaglio nel tentativo di chiuderlo e… Possibilmente chiuderlo.
Ah e portatevi sempre un sacchetto per la biancheria e le varie cose sporche in modo che vostra madre non vi obblighi a lavare ogni cosa quando tornerete a casa.
Tanti bacetti e buone vacanze!

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto