A Roma e Torino trionfo 5Stelle, Milano e Bologna al Pd

Virginia Raggi trionfa a Roma, con la seconda proiezione che la dà al 65 a contro il 35% di Roberto Giachetti, a Milano Sala (centrosinistra) è al 51,8 mentre Parisi (centrodestra) ha perso ufficialmente, a Torino Chiara Appendino (M5S, nella foto di apertura insieme a Raggi) è in vantaggio con il 57. A Bologna il sindaco uscente Virginio Merola è 56,9 a fronte del 43,1% della Lucia Borgonzoni, candidata del centrodestra. A Napoli è largamente in testa il sindaco uscente Luigi De Magistris con il 65% contro il 35 di Lettieri.

aaaaa-virginia

Giachetti: “Mia la sconfitta”

Le proiezioni sono sempre più vicine alla realtà scaturita dalle urne. Certissimo e scontato appare, comunque, la vittoria della Raggi a Roma, con Beppe Grillo che è annunciato in arrivo al suo comitato elettorale. Intanto il candidato perdente di Roma, Giachetti, ha detto: “Ho appena chiamato Virginia Raggi e le ho fatto i miei complimenti e un in bocca al lupo. È un risultato chiaro e questa sconfitta è una sconfitta che mi appartiene. Ho chiesto mani libere e le ho ottenute. Ringrazio per questo il Pd”.

aaa-eleggendi

Poco dopo mezzanotte è intervenuto anche il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini: “Noi da domani siamo in ufficio, sia dove abbiamo vinto che dove abbiamo perso. Mi dispiace per Milano, ma per i prossimi 5 anni non si lamenti nessuno. Mezzo milione di persone che non vota vuol dire che nessuno dei candidati aveva una marcia in più. Se fossi Renzi, comunque, qualche domandina me la farei”. Di Maio (M5S) ha detto invece: “Siamo pronti per governare”.

Annunciati i 9 assessori di Milano

Sportivo anche Fassino che ha chiamato Chiara Appendino per congratularsi. La vincitrice, che dà 24 consiglieri ai Movimento, ringrazia i torinesi promettendo di riunirli dopo essere stati divisi negli ultimi anni. A breve annuncerà i 9 assessori in pectore, scelti tra i numerosi curricula giunti ai 5 Stelle. Intanto a Roma Alessandro Di Battista festeggia su Twitter con Luigi Di Maio. “E adesso iniziamo. #coRAGGIo”, scrive.

aaadobattifesteggia

Le incognite della giornata di voto

Raggi o Chiachetti a Roma? Sala o Parisi a Milano? Fassino o Appendino a Torino? De Magistris o Lettieri a Napoli? Merola o Borgonzoni a Bologna? Con l’affluenza che ha stentato per tutta domenica 19 giugno, c’è comunque una grnade curiosità di spaere come andrà a finire. E probailmente lo si saprà solo a notte fonda, visto che gran parte dell’informazione televisiva ha rinunciato algi exit poll, dopo le prove di fallibilità etsrema date in precedenti occasioni.

Vediamo, allora, come sarà organizzata la serata sulle diversi tv.

aaa-bruno

La Rai si affida a Vespa e al Tg 3

La Rai si affida a Porta  aPorta e al Tg3 diretto da Bianca Berlinguer, come nel primo turno. Vespa si collega a partire dalle 22,35. Poco dopo – alle 22,50 – inizia la diretta del Tg sui ballottaggi.

 

Le dirette di Mediaset su canale 5 e TgCom24

Subito dopo la chiusura dei seggi, in diretta su Canale 5 e in simulcast su Tgcom24, andrà in onda lo speciale a cura del Tg5 e di Tgcom24 con le proiezioni elettorali per le città di Roma e Milano a cura di Tecnè.

La trasmisisone ci concluderà lunedì 20 giugno, l’analisi dei flussi elettorali sarà approfondita nello speciale di Tgcom24, in onda la mattina. A seguire, su Retequattro, dalle 11 e le 11.25, il Tg4 racconterà le operazioni di spoglio in un’edizione straordinaria, seguita dalla consueta edizione del telegiornale. A mezzogiorno, il testimone passerà a Studio Aperto, su Italia 1, con un’altra edizione straordinaria e, a seguire, il notiziario delle 12,25. Sempre domani, in prima serata su Rete4, spazio a commenti sui risultati finali con una puntata speciale di Quinta Colonna condotta da Paolo Del Debbio.

aaa-enricom

Mentana il primo a partire

Chi vorrà capire prima e meglio degli altri potrà affidarsi al Tg de La7 condotto da Enrico Mentana, che di politica ne capisce molto. Il direttore dell’informazione della tv di Urbano Cairo parte alle 22,10 e si può essere sicuri che non mollerà più la presa fino all’alba di lunedì 20 giugno.

 

SkyTg24 fa la parte del leone

Ma – per chi è abbonato alla tv satellitare – sarà SkyTg24 a fare la parte del leone, con il suo Speciale elezioni. Il Tg diretto da Sarah Varetto parte la notte elettorale alle 22,45 rinunciando – anche in questo caso agli ex poll e affidandosi alle proiezioni per Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, a cura dell’istituto di ricerca Quorum.

Sky per la lunga notte elettorale ha mobilitato addirittura una squadra di 100 giornalisti con tre studi tv e postazioni al Viminale, i quartieri generali dei partiti e le principali città chiamate al voto. La lunga no-stop vedrà alternarsi alla conduzione Gianluca Semprini, Olivia Tassara, Roberto Inciocchi, Federica de Sanctis, Fabio Vitale, Paola Saluzzi e Marco Piccaluga.

Nella foto in apertura: Paola Saluzzi di SkyTg24.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto