Slow Food lancia l’app per scoprire dove si mangia sano

Un’applicazione per mangiare e visitare una località in modo sostenibile. La lancia Slow Food, l’organizzazione fondata da Carlo Petrini per il piacere del cibo e a contrasto del fast food e degli alimenti spazzatura, e si chiama Slow Food Planet. È disponibile sia per Android che per iPhone e il database che nutre le proposte per il turista o per chi viaggia per ragioni differenti è nutrito con i 200 collaboratori che già fanno parte dell’organizzazione, collaboratori distribuiti in 150 nazioni del mondo.

Le sezioni: alimenti, relax e shopping

Tre le sezioni consultabili del’app, realizzata da Slow Food Editore e Lavazza: tempo per mangiare, dove sono censiti ristoranti, osterie, pizzerie, bistrot, burgherie e bar à tapas; tempo per me, dove si trovano dai bar alle librerie, dalle sale da tè ai musei fino ai parchi naturali; tempo per comprare, per chi invece vuole dedicarsi allo shopping. Ed ecco come funziona l’applicazione, che come prima azione chiede di scegliere la destinazione.

Il funzionamento: come cercare

Prima, però, viene proposta una rosa di opzioni legate al momento della giornata e in base all’imperdibilità, a discrezione di Slow Food, di un luogo. La scheda della proposta contiene poi tutte le informazioni sul luogo, compresa la mappa per raggiungerlo. Infine, si puà partire dalla mappa e, sul modello di ciò che già fa Google, segnala punti interessanti del posto che si sta visitando.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto