Pace fiscale: si parte, richieste entro il 31 maggio (il modulo)

Al via la pace fiscale per chi ha liti in corso con l’Agenzia delle entrate. Sul sito dell’ente è stato pubblicato il modello (fai clic per il download) per presentare la domanda che consentirà di chiudere la vertenza pagando solo una parte delle somme contestate, evitando in ogni caso l’aggravio di sanzioni e interessi. Chi ha vinto in primo grado e secondo grado, eviterà altre spese legali versando solo il 5% di quanto inizialmente richiesto.

Si può pagare anche a rate

Per definire le liti è necessario presentare la domanda entro il prossimo 31 maggio utilizzando i modelli a disposizione online. Entro la stessa data deve anche essere effettuato il pagamento del dovuto. Se la somma non supera i 1.000 euro, si deve versare in un’unica soluzione. Altrimenti è possibile pagare fino ad un massimo di 20 rate trimestrali. In ogni caso per aderire si dovrà mettere mano al portafogli, dal momento che per aderire alla definizione agevolata non è ammesso il ricorso alla compensazione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto