Verona: ha fatto a pezzi la mamma e la sorella, Andrei confessa il duplice omicidio

Un’altra confessione che arriva in piena notte! Andrei Filip, ragazzo romeno a lungo interrogato dai carabinieri di Verona, ha confessato l’omicidio della madre e della sorellina.

Mirela Balan, badante romena e la figlioletta di 12 anni (nella foto), erano scomparse una settimana fa e le tracce seguite dagli investigatori portavano sulle rive dell’Adige. La notiziadella confessione è riportata dall’Arena: l’uomo avrebbe ucciso le due donne e ne avrebbe fatto a pezzi i corpi gettandoli in acqua.

 

Foto 1

Ora per gli investigatori si tratta di recuperare i resti delle due vittime, grazie anche all’ausilio dei sommozzatori dei nuclei subacquei dei carabinieri di Genova.

L’uomo era tornato in Romania quasi in coincidenza con la scomparsa delle due donne e per questo le indaigni si erano concentrate su di lui.

aaaamamma

L’ennesima lite con la madre

Fatto rientrare in Italia è crollato durante l’interrogatorio. Avrebbe raccontato dell’ennesima lite con la madre (nella foto qui sopra), che lo avrebbe voluto cacciare da casa.

Avrebbe così aggredito e ucciso la madre sotto gli occhi della sorella. I corpi sarebbero quindi stati straziati con un coltello, rinchiusi in sacchi e gettati nell’acqua del fiume confidando che la corrente li portasse lontano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto