Estechoc, in vendita la cioccolata che fa ringiovanire (in Uk)

È leggera come una cioccolata fondente, ma in più promette di fare ringiovanire la nostra pelle. È la nuova cioccolata antiage, studiata in laboratorio da un gruppo di ricercatori inglesi e battezzata “Esthechoc”. La notizia è apparsa su The Telegraph e subito ha fatto il giro di tutti i media europei. La cioccolata antirughe, si legge nella nota degli studiosi, aiuta il lavoro degli antiossidanti e migliora la circolazione sanguigna di chi la mangia, con effetti immediati sulla pelle. Si tratta dunque di un “supercibo” arricchito con nutrienti e sostanze salutistiche.

Una barretta come un filetto di salmone
Una barretta da 7,5 grammi contiene infatti la stessa quantità di antiossidanti di un filetto di salmone dell’Alaska, e la stessa quantità di polifenolo (sostanza che combatte i radicali liberi) di 100 grami di cioccolata fondente.
Secondo i ricercatori, basta mangiarne una barretta ogni giorno per fare tornare la pelle di una cinquantenne soda come quella di una donna di 30 anni. O almeno così hanno mostrato i test condotti in laboratorio su donne vere.

In vendita come un integratore
Il pool di ricercatori, capitanato da Ivan Petyaev, ha effettuato test su volontari  volontari tra i 50 e i 60 anni, che hanno notato i miglioramenti sul proprio volto. Non solo. Contenendo solo 38 Kcal a barretta, è indicata anche per chi soffre di diabete”.
La vera novità, però, è che Esthechoc sarà venduta già dal mese prossimo in Gran Bretagna, anche se sarà disponibile solo per trattamenti di tre settimane, esattamente come un integratore.

I dubbi
Ma c’è chi diffida dei miracoli di questo supercibo. Come Naveed Sattar, professore di Medicina Metabolica alla Glasgow University, che al Telegraph ha dichiarato:
“Bisognerà effettuare test più severi per verificare le affermazioni fin troppo positive dei ricercatori. Di sicuro è possibile che alcuni processi chimici legati all’invecchiamento vengano contrastati dal prodotto, ma mangiare troppa cioccolata fa ingrassare e di conseguenza i risultati potrebbero essere alterati”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto