A Massa 33 morti sospette, indagato un primario del “Noa”: omicidio colposo

Il primario di medicina generale dell’ospedale Noa di Massa (Massa Carrara), Alessandro Pampana, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura della città toscana in merito all’inchiesta aperta dopo l’esposto presentato dall’attuale presidente del consiglio comunale Stefano Benedetti su 33 presunte morti sospette, a causa di possibili infezioni contratte in reparto, tra i degenti della struttura ospedaliera tra dicembre 2017 e gennaio 2018.

Lo riporta oggi la stampa locale spiegando che l’iscrizione è “strumentale”, “di rito” e “a tutela dello stesso indagato” in vista di esami irripetibili per i quali la procura, il prossimo 1° ottobre, conferirà l’incarico, al fine della nomina di un proprio consulente.

Notificato l’avviso del conferimento dell’incarico anche ai parenti dei 33 pazienti deceduti come parti offese. La procura ha anche chiesto le cartelle cliniche dei 33 pazienti alla Asl.

Nominati due consulenti

Il titolare dell’inchiesta è il sostituto procuratore Marco Mansi e l’ipotesi di reato è l’omicidio colposo. L’inchiesta muove i primissimi passi e lunedì mattina i parenti delle 34 persone decedute si vedono convocare al comando dei vigili urbani: a tutti quanti viene notificato un atto che porta la firma del pm titolare. Il pubblico ministero ha, infatti, disposto la nomina di due consulenti tecnici, il dottor Filippo Bartalesi e la dottoressa Martina Focardi, e avvisa le parti offese (i parenti, appunto) che l’incarico verrà conferito il primo ottobre.

La solidarietà della Asl

Ma il medico indagato è strenuamente difeso dall’azienda sanitaria che sull’inchiesta ribadisce quanto aveva già chiarito in occasione dell’esposto di Benedetti: “Il numero delle morti – come emerge da una relazione interna all’Asl e successiva ai decessi – sono in linea con quelle avvenute nello stesso reparto negli anni precedenti e con quelle in reparti di ospedali simili per volume e attività”.

L’Asl precisa inoltre che chi è morto per polmonite infettiva, aveva già quel male al momento del ricovero.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto