Netflix: crescita sotto le aspettative e il titolo crolla in borsa (-15%)

Nel secondo trimestre gli abbonati sono aumentati a quota 1,68 milioni (1,52 all’estero e 160.000 negli Stati Uniti). Ma la crescita del più noto dei servizi di streaming che minacciano la tv tradizionale, Netflix, è sotto le aspettative che prevedevano di raggiungere il tetto di nuovi abbonati a 2,5 milioni: il saldo negativo è dunque di quasi un milione. Un risultato che comunque garantisce il break even nel 2016 e, secondo le aspettative dell’azienda, andrà verso l’utile a partire dal prossimo. Ma la borsa reagisce male e il titolo crolla perdendo il 15,09%.

aaanetflix02

“Siamo ottimisti per il futuro”

“Anche se non siamo cresciuti quanto previsto”, si legge in una lettera ufficiale agli investitori, “siamo ottimisti verso il futuro grazie alla nostra unicità, alla nostra presenza globale e alla crescita della televisione su Internet: siamo ancora all’inizio del passaggio dalla tv lineare a quella on demand, e nel prossimo decennio ci saranno almeno un miliardo di utenti che abbandoneranno la pay tv per passare allo streaming”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto