Russia: annegano 11 ragazzini e un adulto in gita a un lago, un arresto

Tragedia in una delle repubbliche della Russia, la Karelia. Almeno 11 ragazzi sono morti annegati nel lago Syamozero, nella Repubblica nord-occidentale russa di Karelia, dopo che l’imbarcazione sulla quale si trovavano si è capovolta a causa di una improvvisa tempesta. Lo riferisce l’Interfax.

 

aaa-lagodue

Continua la ricerca di 4 persone

I soccorritori sono ancora alla ricerca di quattro persone. “Un’operazione di salvataggio è in corso: 36 persone sono state salvate, 25 di loro si trovano su un’isola mentre altri 11 sono nel villaggio di Kudama. Quattro risultano disperse”: queste le parole del portavoce dei servizi di emergenza locali alla Tass. Non è stato chiarito se fra i dispersi ci siano altri minori. Cinque ragazzini sono stati ricoverati in ospedale per ipotermia e in stato di shock.

 

49 turisti su due imbarcazioni
Russia Today sostiene che c’erano 49 turisti a bordo di due imbarcazioni in navigazione nello stesso lago.
Secondo il Comitato Investigativo russo, citato dalla Tass, oltre agli 11 ragazzini è morto anche un adulto nell’incidente.
Il Comitato parla di “tre imbarcazioni” – con a bordo “47 ragazzi e 4 adulti” – travolte dalla tempesta. I natanti, riferisce il portavoce del Comitato, si sono “ribaltati”. I ragazzi sono tutti originari di Mosca.

Aperta un’indagine penale

Un’indagine “penale” è stata aperta per far luce sulle cause che hanno provocato la strage di ragazzini. Lo ha annunciato il Comitato Investigativo russo. La comitiva – stando alle ultime informazioni composta da 47 ragazzi più 4 accompagnatori – si sarebbe infatti avventurata sul lago ignorando l’allerta maltempo diramato in mattinata e non avrebbe notificato alle autorità il suo itinerario. Uno dei responsabili del campo per ragazzi situato nei pressi del lago di Syamozero è stato arrestato.
Investigatori e criminologi della “sezione centrale del Comitato” sono in viaggio verso il luogo della tragedia e l’indagine viene coordinata dal presidente del Comitato stesso, Alexander Bastrykin.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto