Brexit: “Remain” in testa nei sondaggi dopo l’assassinio di Jo Cox (il referendum è il 23)

La tendenza è stata ribaltata. Sia pure a caro prezzo. I primi sondaggi fatti dopo l’assassinio della deputata laburista Jo Cox, ad opera di un estremista di destra tornano a dare il fronte del sì all’Ue (Remain) davanti a quello del no (Leave), a 4 giorni dal referendum britannico sulla Brexit.

 

aaa-leeds

“Leave” scende in quasi tutte le rilevazioni

L’istituto Survation ribalta il suo precedente dato con Remain ora al 45%, Leave al 42. Nella media Sky di tutti i sondaggi, Leave – in ascesa prima del delitto Cox – mantiene un solo punto di vantaggio: 45% a 44.
Il fronte filo-Ue di Remain torna in vantaggio anche secondo Yougov, in un sondaggio realizzato per il Sunday Times e pubblicato dopo lo shock della morte violenta della deputata laburista Jo Cox ad opera dell’estremista di destra Tommy Mair.
Yougov, che nei giorni scorsi era stato l’ultimo istituto a riconoscere il sorpasso di Leave su Remain, adesso dà di nuovo il sì all’Ue in vantaggio, con il 44% contro il 43 dei fautori del divorzio da Bruxelles, e il resto degli interpellati indecisi.

Testa a testa fino all’ultimo giorno

Ma sarà testa a testa fino all’ultimo giorno. L’unica cosa certa è che la morte di Jo Cox ha invertito una tendenza che era fortemente negativa per Remain e scosso diverse migliaia di elettori.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto