Imperfezioni della pelle: come scegliere e applicare il correttore

Difficile che una donna non conosca l’esistenza del correttore, il cosmetico che copre le imperfezioni della pelle del viso come occhiaie, borse, segni dell’acne, couperose e macchie dell’età. Ciò che forse si conosce meno è la serie di trucchi per usarlo in modo ottimale in poche mosse. E la prima, fondamentale, è scegliere un colore in base alla tonalità della propria pelle e alla tipologia del tipo di imperfezione da correggere.

Colore e imperfezioni: i consigli

Se si tratta di macchie dell’età o solari, si consiglia una tonalità rosata mentre per la couperose è meglio optare per colori di tendenza del tutto opposta, come il beige o il verde. Per i segni dell’acne, è consigliato sempre il beige mentre per le occhiaie e i segni di stanchezza orientarsi verso l’arancione, il giallo o ancora il beige. Poi ecco quale applicatore scegliere. Lo stick per le occhiaie e le macchie mentre in crema, come il fondotinta, per acne e contorno occhi.

Attenzione all’applicazione: solo nel punto da coprire

Infine come lo si può applicare nel modo migliore? Per prima cosa, si procede a una pulizia del viso e quindi si ricorre a un pennello per stenderlo sulla parte che si vuole correggere. Fatto questo, con i polpastrelli si inizia a stenderlo in modo da coprire il punto su cui si interviene facendo attenzione a non andare oltre. Se lo si facesse, infatti, si creerebbe un alone che rischia di esaltarlo, il difetto, invece che nasconderlo. Esauriti questi passaggi, si può procedere con il fondotinta e la cipria, come sempre.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto