Orta di Atella (Caserta): in Comune assenteisti 85 dipendenti su 128

Non arriva a 26 mila abitanti e 128 sono i dipendenti comunali, ma 85 di questi, secondo i carabinieri, a lavorare non ci andavano proprio. Tanti infatti sono gli indagati a Orta di Atella, in provincia di Caserta, in un’inchiesta contro l’assenteismo condotta dai militari della compagnia di Marcianise e dalla stazione locale agli ordini del capitano Nunzio Carbone e del comandante Felice De Nicola. Degli indagati, in 24 si sono visti imporre l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria per la firma prima e dopo il turno di lavoro.

Non intimiditi nemmeno dalla presenza dei vigili urbani

L’accusa contestata alla maggior parte dei dipendenti comunali, assegnati soprattutto ai servizi di vigilanza e a quelli scolastici, è di truffa aggravata e false attestazioni o certificazioni. In pratica, erano davvero in pochi i lavoratori che prendevano servizio quando avrebbero dovuto farlo. Gli altri, invece, contavano sul fatto che i loro bagde, affidati a colleghi compiacenti, fossero strisciati in loro assenza. Lo si è accertato dopo che nel marzo 2013 erano state installate telecamere a circuito chiuso in Comune e subito era emerso un numero consistente di violazioni. La vidimazione illegale avveniva, secondo la ricostruzione dei carabinieri, con una certa disinvoltura, dato che nemmeno la presenza dei vigili urbani poneva scrupoli nei dipendenti infedeli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto