Sei sistemi sicuri e testati personalmente per cadere in un bel sonno ristoratore

Oggi vi parlo di una delle mie cose preferite in assoluto: dormire. Chiedete a chiunque, da amici a familiari, persino la mia prozia saprà confermarvi la soddisfazione che mi dà svegliarmi dopo un “sonnellino” di sole dodici ore.
Scherzi a parte, credo sia davvero una grande fortuna essere in grado di dormire cosí tanto e cosí bene. Sappiamo tutti, infatti, i benefici del sonno, ce li ripetono in continuazione: dalla pelle, all’umore, alla salute generale. Quando dormiamo bene, e tanto, la nostra mente è lucida ed efficiente, i brufoli vengono meno e tutto è più equilibrato.
Al giorno d’oggi, tuttavia, con la tecnologia che ci circonda abbiamo la possibilità di accedere a qualsiasi cosa in qualsiasi momento e basta poco per mischiare mail di lavoro a momenti di pausa.

Dovremmo, infatti, essere più consapevoli del tempo che dedichiamo a guardare lo schermo in modo da trovare il nostro equilibrio senza finire per essere stimolati dal nostro smartphone 24 ore su 24, andando conseguentemente, tra le altre cose, ad alterare il nostro ciclo del sonno.
Che sia quindi per lo stress, per l’ansia, per il buco nero che diventa Instagram dopo le dieci di sera sotto le coperte o per un misto di tutte e tre il sonno è spesso insufficiente. Ecco quindi qualche metodo per dormire meglio e più a lungo. Metodi assolutamente non scientifici, ma che semplicemente si sono rivelati efficaci in passato nei miei rari momenti di insonnia.

• Il caro e vecchio libro: spegnete il cellulare e leggete almeno qualche pagina. È un’ottima abitudine per conciliare il sonno nonché per dedicarsi ad un tipo di intrattenimento ahimè sempre meno comune

• Concedetevi un bagno caldo prima di andare a dormire

• Musica, c’è chi la ama e chi la odia, personalmente trovo che le playlist di spotify per dormire siano ottime se tenute a volume molto basso

• Tagliate la carta: ok questo forse non con tutti funzionerà, però a me fa venire un sonno incredibile tagliare piccoli pezzettini di carta prima di andare a letto

• Fatevi una camomilla o una semplice tisana

• Infine, oli essenziali: non credevo potessero aiutare, ma ho avuto una piacevole sorpresa con quelli alla lavanda. Che siano oli essenziali o un semplice sacchettino sotto il cuscino, provateli

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto