Brasile: disastro Ferrari, ne approfittano le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi

Max Verstappen ha vinto ieri nel tardo pomeriggio (ora italiana) il Gran Premio del Brasile di Formula 1. Disastro delle Ferrafri che, quando la corsa si faceva più promettente, si sono speronate l’una con l’altra, finendo entrambe ko. Un comportamento incredibile quello dei piloti dlela rossa.

Terza la Mercedes di Lewis Hamilton (che poi è stato penalizzato e sostituito sul podio dalla McLaren di Carlos Sainz) dietro alla Toro Rosso di Pierre Gasly, seconda.

Quarta posizione nel Gran Premio del Brasile per la McLaren di Carlos Sainz davanti alle Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Settima piazza per la Renault di Daniel Ricciardo che ha preceduto la McLaren di Lando Norris e la Racing Point di Sergio Perez. Chiude la top ten la Toro Rosso di Daniil Kvyat.

 

La penalizzazione di Hamilton

Costa cara, dunque,  la manovra al limite di Lewis Hamilton che nel finale del Gp del Brasile ha speronato la Red Bull di Alexander Albon. Il campione del mondo inglese arrivato terzo al traguardo è stato penalizzato di cinque secondi e così si vede costretto a scendere dal podio sul quale sale Carlos Sainz (McLaren).

Le Alfa Romeo Racing sono di conseguenza rispettivamente quarta con Kimi Raikkonen e quinta con Antonio Giovinazzi. La Renault di Daniel Ricciardo è sesta davanti proprio a Hamilton retrocesso al settimo posto.

 

Le Pole position

Sarà Max Verstappen a giocarsi oggi pomeriggio la penultima pole position della stagione, in Brasile sulla pista di Interlagos. Diretta su Sky alle 18,10.

Differita su Tv8 alle 21,30.

L’olandese della Red Bull ha segnato il tempo di 1’07″508, e partirà in prima fila con a fianco Sebastian Vettel, su Ferrari (+0″123).

In seconda fila le Mercedes con Lewis Hamilton (+0″191) davanti al compagno di squadraValtteri Bottas(+0″366).

La Ferrari di Charles Leclerc, quarto nei tempi di qualifica (+0″220), dovrà scontare una penalità di dieci posizioni in griglia. Il secondo pilota della rossa e partirà 14°, con un assetto dedicato specificamente a lui della scuderia, visto che da quella posizione di partenza è difficile lottare per i primi posti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto