Invecchiamento problematico per le donne alte: frutta, verdura e cereali sono d’aiuto

Altezza è mezza bellezza, recita un proverbio popolare. Ma i guai per le donne alte sembrano arrivare con l’età perché, superati i 70 anni, sono a maggior rischio di problemi fisici e neurologici legati all’invecchiamento a meno di non regolarsi con l’alimentazione. Lo afferma uno studio presentato al congresso della American Heart Association di New Orleans.

a-donnealte2

Studio ultratrentennale su 68.000 donne

I ricercatori dell’università di Harvard hanno analizzato i dati di oltre 68.000 donne seguite dal 1980, anno in cui sono state raccolte informazioni su peso, altezza, comportamenti alimentari, al 2012, quando i ricercatori hanno verificato se erano “invecchiate in salute”, cioè senza problemi di memoria o fisici e senza una serie di malattie croniche.

a-frutta-verdura-cereali

Va meglio per quelle alte in media 157,5 centimetri

Le donne sono state divise in cinque gruppi a seconda dell’altezza ed è emerso che rispetto a quelle più basse – in media 157,5 centimetri – le più alte – in media 172,2 centimetri – avevano una probabilità più elevata di fare i conti con acciacchi e malattie. All’interno del gruppo però le donne che avevano una dieta più sana, ricca di frutta, verdura e cereali integrali, avevano punteggi migliori.

a-wenjema

“Da capire ora il rapporto causa-effetto”

“In altre parole”, spiega Wenjie Ma (nella foto sopra), l’autrice principale dello studio, al sito Livescience, “una dieta salutare sembra indebolire il legame tra altezza e peggiore invecchiamento. Quella che abbiamo trovato è solo una associazione, serviranno ulteriori studi per capire se c’è un rapporto di causa-effetto”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto