Inter, Icardi resta capitano, ma “correggerà” la biografia contestata: il comunicato

Il verdetto – dopo 24 ore di passione e perfino un intervento della Digos – è arrivato: Mauro Icardi, 23 anni, capitano e bomber dell’Inter potrà continare a indossare la sua fascia, ma dovrà “rivedere” quella pagine di biografia che ha fatto impazzire di rabbia gli ultrà interisti.

Il giocatore dovrà pagare anche una multa: sono le decisioni – come si legge in un comunicato pubblicato sul sito della società (vedi foto) – prese dalla società nerazzurra al termine di un summit svoltosi questa mattina ad Appiano Gentile. Presenti il giocatore, l’allenatore De Boer e i dirigenti Gardini, Zanetti e Ausilio.

a-comunicatointer

“Forza Inter! Amala. Non la lascio mai sola”. È il messaggio che Icardi aveva pubblicato, subito dopo la conclusione della riunione, sul proprio profilo Instagram, insieme alla foto che vedete qui sotto lo ritrae con la fascia di capitano ben visibile al braccio.

a-bisicardi

La Digos ha sequestrato video a casa Icardi

Dalla parte dell’attaccante argentino si  erano anche schierati gruppi di tifosi interisti che non si riconoscono nella posizione degli ultrà. A casa di Icardi, nel pomeriggio, è arrivata anche la Digos per sequestrare alcuni video in possesso del calciatore, che forse documentano l’assecodio e gli strscioni con cui è statacircondata la palazzina dove abita.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto