Genova: recuperata un’intera famiglia e l’ultima vittima, ora in tutto sono 42

Sale ancora il bilancio delle vittime del viadotto Morandi di Genova. Ora sono 42, purtroppo, i morti per il crollo del ponte autostradale Morandi sul torrente Polcevera. È stata recuperata, infatti, un’auto che aveva a bordo un’intera famiglia.

L’auto su cui viaggiava la famiglia Cecala, il papà Cristian, la mamma Dawna e la piccola Kristal di 9 anni, è stata recuperata dai vigili del fuoco sotto le macerie del ponte. La vettura è stata individuata nella notte del 17 agosto, completamente schiacciata, sotto un grosso blocco di cemento che faceva parte del pilone della struttura crollato nei pressi dell’argine sinistro del Polcevera. I vigili del fuoco hanno infatti estratto dalle macerie anche il cadavere di Mirko Vicini. È la vittima numero 42, dovrebbe essere l’ultima.

Il rischio di nuovi crolli del ponte: le notizie del 15 agosto

“C’è il rischio che altre parti del ponte possano crollare, per questo motivo abbiamo sfollato le persone da tutti gli edifici circostanti”. Lo ha detto uno dei soccorritori al lavoro nei pressi del ponte crollato. “Al momento del crollo transitavano 30-35 autovetture e tre mezzi pesanti” ha detto il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

È sembra più veromile che ora il ponte verrà demolito. In città rimbala la “profezia” di qualche anno fa di Beppe Grillo che sosteneva che era una “favoletta” l’ipotesi del crollo del viadotto, per contrastare un nuovo ponte.

Oggi arrivano a Genova i vicepremier Di Maio e Salvini. Sotto tiro la Società Autostrade che aveva in gestione anche il viadotto.

Si parla di revoca della concessione. Sempre dopo le tragedie le autorità sentono il bisogno di muoversi. Quando per le vittime è troppo tardi.

 

 

 

Tragedia alla vigilia di Ferragosto

Tragedia sulla strada alla vigilia di Ferragosto. Un crollo ha interessato il ponte Morandi sull’autostrada A10 a Genova. Ci sono decine di auto coinvolte e potrebbero esserci decine di vittime sotto le macerie. Vigili del Fuoco, ambulanze e forze dell’ordine stanno accorrendo sul posto.

Si tratta di un ponte molto importante, ma in crisi dalla nascita, perché collega due grandi arterie autostradali: la A7 che erriva dalla Francia e la A10.

 

Il bilancio delle vittime

Finora si contano almeno 30 morti, tra cui un bambino.  Secondo quanto riferito dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, i feriti sono 13 feriti, di cui 5 in codice rosso e 4 in codice giallo.  “Al momento del crollo transitavano 30-35 autovetture e tre mezzi pesanti” ha aggiunto Borrelli.

Le automobili coninvolte nel disastro sono almeno 30, i Tir sono 3.

 

 

Ha ceduto il viadotto Morandi

Sarebbe stato un cedimento strutturale a provocare il crollo di parte del viadotto Morandi a Genova. Dalle prime informazioni di vigili del fuoco e protezione civile, il cedimento sarebbe avvenuto nel tratto che sovrasta via Walter Fillak, nella zona di Sanpierdarena.

Quella che è crollata e una lunga porzione del viadotto Morandi su cui corre l’autostrada A10. Entrambe le carreggiate sono precipitate al suolo per circa cento metri. Si teme che diversi automezzi siano rimasti coinvolti e che ci possano essere delle vittime.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto