Il killer di Jo Cox in Tribunale: “Morte ai traditori, Gran Bretagna libera”

“Morte ai traditori, Gran Bretagna libera”: sono state le prime parole che Tommy Mair, incriminato per l’assassinio della deputata laburista Jo Cox, ha rivolto ai giudici della Westminster Magistrates Court che gli chiedevano di dire il suo nome. L’uomo, comparso in tribunale per la formalizzazione delle imputazioni a suo carico, è stato quindi messo a tacere. Lo riferisce l’Independent online. Jo Cox, come si ricorderà, era fermamente contraria alla Brexit, cioè all’uscita della Gran Bretagna dall’Ue e per questo è diventata un bersaglio dell’assassino.

aaa-coxrossa

Doppia incriminazione per Mair
È doppia l’incriminazione a carico di Mair, contro il quale la polizia britannica ha formalizzato nelle ultime ore l’accusa di omicidio volontario per l’aggressione mortale contro la deputata laburista. Il killer – vicino a gruppi dell’estrema destra inglese – dovrà rispondere anche del possesso di armi da fuoco e da taglio e di “lesioni personali gravi” nei confronti di un’altra persona: un uomo di 77 anni intervenuto per cercare di difendere la deputata dall’aggressore e che è stato a sua volta ferito.

 

Downing Street era stata avvertita del pericolo
Una deputata collega di Jo Cox aveva aveva avvertito di recente Downing Street sul pericolo di attacchi contro parlamentari, in particolare donne, e sul rischio di “un tragico incidente” in alcuni collegi del regno. Lo rivela il Daily Telegraph, precisando che anche altre deputate avevano manifestato preoccupazioni negli ultimi tempi per la sicurezza inclusa la stessa Cox, uccisa due giorni fa, che ne aveva parlato “ad alcuni amici”.

 

aaa-arresto

Il presidente Obama telefona al marito della deputata uccisa
Il presidente americano, Barack Obama, ha avuto una colloquio telefonico con Brendan Cox, il marito di Jo Cox, la parlamentare inglese uccisa.

”Il mondo è migliore grazie a Jo”: gli ha detto Obama, sottolineando che ”non c’è giustificazione per un crimine così atroce, che ha sottratto alla famiglia, alla comunità e al paese una moglie, una mamma e un funzionario pubblico”.

 

Il segretario Labour: “Un atto mosso dall’odio”

L’assassinio è un “attacco alla democrazia”, ha detto il segretario del Labour Jeremy Corbyn che si trova a Birstall, dove è avvenuto l’assassinio della parlamentare, da lui definito come “atto mosso dall’odio”.
“Dove vediamo l’intolleranza dobbiamo respingerla. Questi sono i valori che Jo Cox rappresentava”, ha detto il premier britannico David Cameron, che ieri aveva commentato la notizia della morte della parlamentare giudicandola “una tragedia”.

 

E la regina Elisabetta scrive a Brendon Cox
La regina Elisabetta ha scritto in forma privata una lettera di condoglianze a Brendan Cox, marito di Jo Cox, la deputata laburista uccisa ieri a Birstall, vicino a Leeds. Lo ha annunciato Buckingham Palace.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto