Mattoncini simil Lego insegnano a leggere ai bambini ciechi (video)

Mattoncini in stile Lego per aiutare i bambini ciechi a imparare a leggere, a scrivere e a interagire con gli altri. Si chiamano Braille bricks e sono stati inventati in Brasile. Merito della fondazione Dorina Nowill per i ciechi e l’agenzia pubblicitaria Lew’Lara, che hanno ideato confezioni con 26 mattoncini colorati.

“Importante il braille per questi bambini”

“Il braille è per un bambino cieco quello che la penna e il foglio sono per un bambino che vede”, spiega la direttrice della fondazione, Eliana Cunha Lima, nel video che illustra il progetto. “Per i bambini che non vedono è importante che anche le altre persone in famiglia o intorno a loro conoscano il braille. Più persone conosceranno il braille e migliore sarà la vita dei bambini”.

aaaabraille03

Licenza “aperta” perché il progetto si diffonda

Il progetto, che ha una licenza licenza Creative commons (quella che concede molte più libertà del tradizionale “tutti i diritti sono riservati”), al momento è in fase di lancio con 300 confezioni destinate alle scuole. Proprio la scelta della licenza vuole indurre la riproduzione dei mattoncini anche da parte di altre realtà. Ed è stato creato un hashtag ad hoc: #BrailleBricksForAll.

aaaabraille02

“I giocattoli favoriscono l’inclusione”

“Il nostro lavoro”, aggiunge Eliana Cunha Lima, come riporta IlFattoQuotidiano.it, “vuole dimostrare che una società più inclusiva avvantaggia tutti. Un giocattolo, usato come strumento di inclusione, può rendere la vita più piacevole anche alle persone che non hanno disabilità: quando tu crei un ambiente migliore per le persone con disabilità, migliori contemporaneamente anche la vita delle persone che vedono, la rendi più piacevole. In fondo è questa l’inclusione: rendere il mondo di tutti un posto migliore”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto