Sconti e accumulo punti via smartphone: le app che fanno risparmiare

Con l’avvento degli smartphone, i cellulari sta perdendo la funzione specifica di telefono grazie anche a svariate applicazioni, studiate per i vari sistemi operativi. Già da tempo, infatti, basta un clic per conoscere in tempo reale ad esempio gli sconti praticati dai vari esercizi commerciali. Abbiamo selezionato tre app che consentono di accumulare punti o sconti, differenziati per area di attività.

I volantini con gli sconti in un unico contenitore

Il link www.doveconviene.it contiene la raccolta – aggiornata quotidianamente – dei volantini di tutti gli esercizi commerciali che offrono prodotti in sconto. La sezione “vetrina” li presenta tutti, indistintamente. Nella sezione “categorie” si può invece impostare una ricerca accurata per tipologia di oggetto da acquistare (elettronica, cura casa e corpo, bricolage, arredamento, salute e benessere, sport e moda, animali, infanzia e giochi, viaggi, motori, ristoranti) oppure per tipologia di negozio (iper e supermercati, discount, eccetera). Se invece si preferisce impostare la ricerca per zona geografica, basta accedere alla sezione “mappa”: verranno immediatamente visualizzati i volantini dei negozi presenti su una determinata area.

Accumulare punti sconto mangiando

Creando un account su www.thefork.it è possibile consumare un pasto fuori casa e contemporaneamente accumulare punti che danno diritto a sconti. Utilizzarlo è semplicissimo: basta prenotare un tavolo in uno dei ristoranti convenzionati, impostando luogo, data, ora e numero dei conviviali. Una volta scelto il ristorante si accede anche al relativo menu consigliato nonché alle recensioni pubblicate cui si può aggiungere la propria, una volta sperimentato il locale.

La prenotazione di un pranzo o di una cena presso uno di questi esercizi offre una delle seguenti due opportunità alternative: la prima è l’attribuzione, di volta in volta, di punti (yums) che, accumulati, danno diritto a uno sconto sul conto finale del tavolo in una consumazione futura. Esempio: ogni pranzo consumato in un ristorante convenzionato dà diritto a 100 yums; a 1.000 yums accumulati corrispondono 20 euro di sconto e a 2.000 yums, 50 euro di sconto.

La seconda opzione è quella di ottenere – già dalla prima consumazione – uno sconto sul conto finale. A differenza dei coupon, non si deve anticipare nulla e lo sconto non riguarda un alimento in particolare; ma viene praticato sull’ammontare del pasto scelto in assoluta libertà. Accedendo al profilo personale presente sul link, si possono visualizzare le prenotazioni effettuate e lo “spazio fedeltà” con la situazione aggiornata dei punti accumulati.

E a Bologna, anche evitando l’automobile

Si è abituati a fare a meno dell’automobile – per gli spostamenti lavorativi o personali – per obbligo o per scelta? Questa scelta, se praticata nel capoluogo bolognese nel periodo dal 1° aprile al 30 settembre 2017. può risultare molto vantaggioso. Come? Basta iscriversi a www.bellamossa.it – su cui si trova il regolamento dettagliato – e utilizzare autobus, treno, bicicletta, car pooling, car sharing o semplicemente i piedi.

La scelta dell’opzione – e la conseguente registrazione dell’attività sul portale nella sezione “Inizia una nuova attività” – consente di accumulare punti (BetterPoints) che danno diritto a sconti presso svariati esercizi commerciali convenzionati: dal campo alimentare a quello del benessere. Sul profilo personale è inoltre possibile visualizzare il totale dei PuntiMobilità accumulati, aggiornati quotidianamente, e la tipologia dei premi. Infine, nella sezione “Guadagna Punti” è possibile iscriversi – se ne ricorrono i presupposti – anche ai programmi “Sfida tra aziende” e “BikeSmart Reading”, che concorrono ad aumentare i punti da accumulare.

La campagna metropolitana di promozione della mobilità sostenibile è coordinata dalla Srm-Reti e Mobilità, dall’Agenzia di Comune e Città metropolitana di Bologna per la mobilità e il trasporto pubblico locale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto