Ligabue si opera alle corde vocali, niente concerti per 8 mesi

Povero Liga. Ci ha provato ma proprio non ce la fa a cantare. E lo spiega sui social. “Mi hanno diagnosticato la malattia professionale di chi canta”, dice Luciano Ligabue sui suoi social, annunciando che a causa del polipo intracordale che ha interessato la corda vocale sinistra e che non gli permette di cantare (per cui dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico).

Le prossime date solo a settembre/ottobre

Il tour “Made in Italy – Palasport 2017″ viene sospeso e le prossime date vengono posticipate a settembre/ottobre. Sui social, Ligabue ricorda la testimonianza del 14 marzo, la sera del suo compleanno, quando sul palco del Mediolanum Forum (Assago) di Milano ha ammesso di aver avuto una ricaduta”: “Ragazzi, ce la metterò tutta. Portate pazienza per i problemi che ne verranno fuori”. “Durante il giorno – scrive oggi, venerdì 17 marzo – avevo sentito proprio che la voce non usciva. Dopo 3-4 pezzi del concerto ero quasi afono. Così ho avuto bisogno di farmi visitare ovviamente il giorno dopo e mi hanno detto una cosa che avrei preferito non sentirmi dire ma che purtroppo rientra fra quelle che vengono definite le malattie professionali di chi canta cioè ho un polipo, in questo caso intracordale mi dicono, alla corda vocale sinistra. Il che significa una cosa molto semplice: il polipo non ti permette di poter cantare e quindi io adesso non posso cantare”.

Un intervento e qualche mese di recupero

Devo fare un intervento che mi dicono essere abbastanza semplice, che però richiede qualche mese di recupero per la piena funzionalità delle corde vocali. Insomma, morale: ovviamente io vengo da diciassette concerti fantastici in cui ho potuto vedere la gioia, l’entusiasmo, la passione di tutti quanti voi che c’eravate e adesso mi tocca spostare, fermare il tour… In realtà non lo fermiamo perché come vi ho promesso io quest’anno vi vengo a trovare “casa per casa”, ve l’avevo promesso a Monza e lo faremo. Ho la mia agenzia che sta facendo il diavolo a quattro ma vorrà fare sì che questo tour si svolga a settembre e ottobre esattamente negli stessi palazzetti, nelle stesse città dove avete già preso i biglietti e quindi io potrò mantenere questa promessa ma soprattutto potrò continuare a godere di quello di cui ho goduto purtroppo per un breve tempo. Abbiamo fatto in tempo a fare diciassette concerti. Vi ho visti bellissimi, vi ho visti gioiosi, entusiasti, vi ho visti più giovani del solito, cosa che mi ha fatto oltre a un po’ di sorpresa, anche molto piacere. Ecco, io voglio ripartire da quest’idea, ho bisogno di un po’ di mesi per rimettermi in sella ma lo farò. E quindi ci vediamo a settembre per il tour di Made In Italy”.

 

 

Le notizie del 13 febbraio, sembrava un piccolo disturbo

Aveva fatto preoccupare tutti i suoi fan. Ma ora dà lui stesso notizie rassicuranti sulle sue corde vocali e annuncia che martedì 14 febbraio (San Valentino) il suo tour riparte dal Sud.

“Ciao a tutti! Sto bene. Lo dico soprattutto a tutti quelli che hanno voluto avere notizie in questi giorni. Grazie per l’interessamento e grazie per l’affetto che ho letto in questo periodo specialmente sul Bar Mario”: dice Ligabue postando un video su Facebook in cui tranquillizza i fan preoccupati dopo il rinvio nei giorni scorsi del #MadeInItalyTour a causa di un’edema alle corde vocali.

“È tutto in via di risoluzione – spiega il rocker – ma soprattutto mi hanno confermato che martedì si può cominciare, che è la cosa più importante per me”.
    Ligabue confessa la sua preoccupazione dei giorni scorsi: “Mi era un po’ scesa la catena visto che per la prima volta in vita mia non potevo contare sul mio strumento, che è la voce, e quindi mi ero un po’ depresso. Comunque adesso siamo qui pronti per partire, quindi ci vediamo martedì. Partiamo da Acireale, per una volta la prima la facciamo al Sud. Ciao a tutti!”.

 

Le cattive notizie del 3 febbraio

Contrordine. Ligabue ha cancellato tutte le date del suo nuovo concerto a Roma. Il cantautore emiliano è stato colpito da un edema alle corde vocali (non da influenza, come si era detto) e ha deciso di annullare i concerti del 3, 4, 6, 7 e 10 febbraio previsti al PalaLottomatica. La rockstar ha annunciato la vera natura del suo malessere in un video, che potete vedere qui. Liga spiega che o malgrado è costretto a un riposo assoluto, se non vuole danneggiare in modo più grave la sua voce. A questo punto si spera che possa tener fede all’intenzione di far partire il ourr a cui lavora da mesi da Acireale a metà febbraio.

 

Dieci giorni di “assoluto riposo”

Del resto Ligabue ha detto che i medici gli hanno prescritto dieci giorni di assoluto riposo, quindi dovrebbe guarire in tempo per i concerti siciliani.

Il tour “Made in Italy – Palasport 2017” dovrebbe “rinascere” da Acireale (Ct), dove la rockstar ha in calendario tre date: il 14, 15 e 17 febbraio.

I bliglietti saranno validi in futuro (o rimborsati)

Le date romane saranno recuperate a data da destinarsi, e i biglietti acquistati resteranno validi. È comunque possibile chiedere il rimborso dei ticket acquistati. Già 300.000 i biglietti venduti.

 

Il concept del nuovo album

“Italy Tour” è il titolo della serie di esibizioni del musicista che da 30 anni vive “tra palco e realtà” e lui stesso spiega che si tratta di una “dichiarazione d’amore ‘frustrato’ verso il mio Paese raccontata attraverso la storia di un personaggio (Riko). È un vero e proprio concept album, Made in Italy, ma è composto da canzoni che godono di una vita propria ma che in quel contesto, tutte insieme, dando vita alla storia di un antieroe”.

I biglietti di Jesolo

Per quanto riguarda la data saltata di Jesolo, sul suo profilo Facebook Ligabue ha fatto sapere che “sarà recuperata il prossimo 26 aprile: i biglietti di oggi potranno essere usati quella sera. Chi invece non potrà esserci ha diritto a un rimborso, che va chiesto al punto di vendita dove è stato acquistato il biglietto (o contattando Ticketone) entro il 10 febbraio”.

Le altre tappe

Il tour di Ligabue andrà avanti fino 23 maggio al PalaFlorio di Bari. Altre tappe: il 6 maggio al PalaBam di Mantova, il 9 alla Zoppas Arena di Conegliano (Treviso), il 12 al PalaResega di Lugano, in Svizzera, e il 14 al Forest National di Bruxelles, in Belgio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto