Apnee notturne: “schedato” chi ne soffre, sarà scritto sulla patente

Va scritto sulla patente se si soffre di apnee notturne, responsabili del 25% degli incidenti stradali. La novità si legge sulla Gazzetta ufficiale che ha pubblicato un decreto del ministro dei Trasporti Graziano Delrio con cui viene recepita una direttiva europea. Contenuto: chi fa gli esami per la patente e chi la rinnova dovrà sottoporsi a un test per stabile se ne soffre o meno.

Fino a 90 interruzioni del respiro all’ora

Le apnee notturne possono portare di giorno a colpi di sonno. A esserne colpito è il 4-5% della popolazione e tra le categorie più esposte ci sono i camionisti che più spesso risentono di elevata sedentarietà, sovrappeso e talvolta obesità. Questi problemi hanno riflessi sulla qualità del sonno, disturbato dalle apnee lunghe anche un minuto e che possono arrivare fino a 90 all’ora.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto