Vittorio Emanuele III è in Italia, sepolto con la regina Elena in Piemonte

Le spoglie di Vittorio Emanuele III sono in Italia. L’aereo militare partito questa notte da Alessandria d’Egitto con la salma del penultimo re d’Italia è atterrato all’aeroporto di Cuneo-Levaldigi. La salma del re verrà traslata al Santuario di Vicoforte, nei pressi di Mondovì, dove riposerà accanto alla moglie regina Elena di Savoia.

 

La salma di Vittorio Emanuele III è partita da Alessandria d’Egitto dove era sepolta nella cattedrale di Santa Caterina, per rientrare in Italia a bordo di un volo militare atteso stamani attorno alle 11. Lo riferisce il Gr1 di Radio Rai, secondo cui ad Alessandria erano presenti familiari e l’ambasciatore italiano al Cairo Giampaolo Cantini.

Le spoglie di re Vittorio Emanuele III di Savoia, re d’Italia dal 1900 al 1946, quando abdicò in favore del figlio Umberto II, saranno traslate nel Santuario di Vicoforte, nel Cuneese, e troveranno posto in un loculo accanto a quello in cui è stata accolta la salma della moglie, la regina Elena (nella foto qui sopra i due insieme). La notizia arriva da una nota del rettore della basilica, don Meo Bessone.

In attesa delle spoglie è rimasta chiusa la cappella di San Bernardo, dove venerdì il rettore, don Meo Bessone, ha celebrato la preghiera prevista dal rito delle esequie per l’arrivo delle spoglie della regina Elena.

La costruzione del santuario nel 1596

La cappella è nota anche come mausoleo del duca Carlo Emanuele I, che vi è sepolto, e che sostenne l’inizio della costruzione del santuario tra il 1596 e i primi anni del ‘600.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto