Matteo Renzi annuncia l’addio al Pd

Renzi se ne va e fonda un suo partito. Con un’intervista al numero di Repubblica in edicola oggi, 17 settembre, l’ex presidente del Consiglio e segretario del Pd annuncia il suo addio al partito Democratico.

È una vera e propria scissione, anche se si è premurato di rassicurare il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che il governo non ne sarà intaccato. Anzi.

L’ex segretario ha deciso ai anticipare la Leopolda, che è già fissato per il prossimo 20 ottobre: “Quello che mi spinge a lasciare è la mancanza di una visione sul futuro”. L’ex premier rivendica il suo operato degli ultimi anni. E annuncia: “I parlamentari che mi seguiranno saranno una trentina, più o meno. Non dico che c’è un numero chiuso, ma quasi”. E la prossima Leopolda sarà un’esplosione di proposte”.

Nessun nemica, ma…

“Nemici mai, giura Matteo Renzi. Ma l’ex premier ed ex segretario lascia il Pd. Non ascolta gli appelli di Zingaretti, non crede a un’unità che considera di facciata. “Voglio passare i prossimi mesi a combattere contro Salvini”, dice a Repubblica. E spiega le ragioni di una scelta destinata a cambiare tutto. Ha davvero deciso lo strappo? “I gruppi autonomi nasceranno già questa settimana. E saranno un bene per tutti”.

Si dice che la ministrfa dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, sarà la sua portavoce nel governo, assieme alla Binetti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto