Riposo, passeggiate e pasti regolari: i consigli per un autunno in forma

Settembre è il mese di passaggio tra gli strappi alle regole estivi e la stagione autunnale, solitamente impegnativa sia per chi lavora sia per chi studia. E, come ogni anno, è anche il mese dei buoni propositi: come risparmiare maggiormente; come evitare di stressarsi troppo riprendendo a regime l’attività lavorativa. Ma, soprattutto, come ritrovare la forma fisica dopo gli eccessi vacanzieri. L’impresa non è difficile come sembra: basta seguire con regolarità qualche piccolo consiglio.

Un riposo notturno almeno di 7-8 ore

Un sonno ristoratore è la miglior medicina che esista. Ne beneficia tutto il corpo, a cominciare dal cuore e dall’umore. Per sostenere efficacemente una giornata – lavorativa e non – occorre dormire almeno 7-8 ore. La prima regola quindi è quella di non fare le ore piccole, riabituandosi a non coricarsi tardi. E se una sera si “cade dal sonno” prima dell’orario consueto, meglio approfittarne e congedare in anticipo la giornata appena trascorsa.

Un massaggio rilassante per idratare la pelle e rinforzare il cuoio capelluto

Lo stress colpisce anche la nostra pelle e i nostri capelli. Per attenuare quanto possibile i suoi effetti negativi, può essere utile fare un impacco oleoso a base di olio di sesamo – o altro olio vegetale – prima del bagno o della doccia. L’effetto di questo massaggio, da fare sul corpo e sul cuoio capelluto, stimola la circolazione e previene la caduta dei capelli, tipica del cambio di stagione.

Privilegiare le passeggiate o la bicicletta agli spostamenti in bus

Se la forma fisica e il tempo lo permettono, una soluzione efficace ed economica è quella di andare e tornare a piedi dal luogo di studio o di lavoro. Questo spostamento richiede un tempo maggiore rispetto a quello in bus o in metro; ma i benefici che restituisce al nostro fisico sono indiscussi.

Perché, poi – e questo vale in ogni stagione – non approfittare delle scale di casa utilizzando l’ascensore soltanto quando si deve salire con la spesa?

Mantenere un’idratazione costante nella giornata

A meno di patologie che la rendano pericolosa, occorre assicurare nuovamente una buona e costante idratazione al nostro corpo, bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Come ricordarsene? Semplice: quando si arriva in ufficio si apre una bottiglia di acqua e se ne sorseggia un po’. La si tiene poi di fianco allo schermo del computer per tutta la giornata, ricordandosi, ogni tanto, di bere un po’ di acqua. A fine giornata, prima di spegnere il pc, quella stessa bottiglia deve risultare vuota e quindi gettata nella raccolta differenziata. E così via, il giorno successivo.

Un occhio di riguardo all’alimentazione

La prima regola per fare un pieno di energia da spendere nelle ore che ci attendono è quella di riprendere a fare una regolare colazione, qualora in estate sia andata in vacanza anche questa abitudine. Quanto ai pasti da consumare nella giornata, meglio – come sempre, del resto – privilegiare i prodotti di stagione. L’autunno ci regala una vasta gamma di frutta: uva (vitamine A, C, P, B6, fosforo, calcio, ferro), pere (calcio, magnesio, fosforo, potassio), arance e mandarini (vitamina C), mele (vitamine B1, B2, C, magnesio, potassio, ferro, fosforo, sodio, calcio, zolfo).

Per assicurarci un buon apporto di fibre e proteine, approfittiamo inoltre di questo mese di passaggio per consumare legumi e cereali; per migliorare l’umore, via libera alla frutta secca. Non dimentichiamo inoltre la verdura che, in questa stagione, è quella a foglia verde: spinaci, verza, bietole. Ma non dimentichiamoci di consumare anche rapanelli, rape, radicchio, barbabietola e zucca, che apportano al nostro organismo nutrienti fondamentali per affrontare al meglio la stagione autunnale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto