Cagliari, gommone sugli scogli: aperte 2 inchieste

Tragedia nella notte a Cagliari: un gommone con quattro persone a bordo si è schiantato sugli scogli frangiflutti del porticciolo del quartiere Sant’Elia. Il bilancio è  di due giovani sono morti e due ragazze sono state trasportate in ospedale in gravi condizioni.

 

Aperte due inchieste

Sono due le inchieste aperte per la tragedia avvenuta durante la notte, nelle acque davanti al quartiere Sant’Elia a Cagliari, che è costata la vita a Giovanni Putzu, di 34 anni, sommozzatore, e Nicola Sanna, finanziere di 29, entrambi di Cagliari (nella foto in basso con la fidanzata Maria Bonfardeci), e in cui sono rimaste ferite le loro compagne.

La prima è di carattere amministrativo, come previsto dall’articolo 578 del Codice della navigazione, e avrà la finalità di accertare le cause dell’incidente dal punto di vista tecnico, in modo anche da migliorare le condizioni di sicurezza.

L’altra è penale: servirà ad accertare le eventuali responsabilità. Al lavoro ci sono i militari della Capitaneria di porto di Cagliari che nelle prossime ore dovrebbero anche sentire le due giovani ferite, e ora in ospedale, per ricostruire dettagliatamente l’incidente.

Le due vittime e le ragazze finite in ospedale

Le vittime sono Giovanni Putzu, di 34 anni, sommozzatore, e Nicola Sanna (entrambi nell’immagine di apertura), finanziere, di 29, entrambi di Cagliari. Il militare della Gdf prestava servizio a Palermo e si trovava in vacanza in Sardegna con la fidanzata, Maria Bonfardeci (nella foto sopra con Sanna), di 27, palermitana, rimasta ferita come la compagna di Putzu, Claudia Malica (sotto), ora entrambe in ospedale.

La dinamica non è chiara

La dinamica dell’incidente non è ancora stata chiarita, sul posto sta operando la Capitaneria di porto e i carabinieri. L’incidente è avvenuto pochi minuti prima di mezzanotte. Il gommone con a bordo i quattro ha urtato a velocità sostenuta gli scogli e le quattro persone sono finite in acqua.

L’urto sarebbe stato sentito chiaramente da alcuni abitanti che si trovavano nella zona.

A Sant’Elia sono arrivate le ambulanze del 118, i carabinieri, i vigili del fuoco, mezzi e uomini della Guardia costiera.

Le due ragazze ferite sono state subito trasportate in ospedale, sono gravi ma non sarebbero in pericolo di vita.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto