Venerdì 17: è anche l’anniversario del Diluvio universale, superstiziosi?

Oggi è uno dei fatidici venerdì 17. Anzi di più, perché si dice che il 17 febbraio cade anche l’anniversario del Diluvio universale.
Brutti auspici, dunque. Ma un sondaggio condotto da Facile.it evidenzia che la superstizione non colpisce indistintamente gli italiani.

Automobilisti e superstizione

Infatti “solo” il 44% degli automobilisti ammette di essere superstizioso al volante. Eppure se si trova di fronte ad un gatto nero un automobilista su sei ammette di cambiare strada.

Of

fre dati singolari il sondaggio condotto da Facile.it, che ha preso in esame i comportamenti di un campione di automobilisti.

 

 

Amuleti e portafortuna

Secondo quanto emerge dal sondaggio, solo il 44% di chi guida ammette di ricorrere ad amuleti, portafortuna o scaramanzie varie. Il 56%, invece, non si reputa affatto superstizioso. Le cose cambiano a seconda delle situazioni: ben il 17% degli intervistati, ovvero uno su sei, dichiara di cambiare strada, o addirittura di fermarsi e accostare in attesa che passi qualcun altro quando ci si trova di fronte al tanto bistrattato gatto nero. Quasi un automobilista su 10 (8,8%) ricorre alla scaramanzia solo in caso di necessità e se ritiene di trovarsi in una situazione sfortunata comincia a prodursi in gesti propiziatori, uno fra tutti quello, italianissimo, delle corna.

In macchina anche qualche ferro di cavallo

Appena inferiore (7,2%) la percentuale di automobilisti che dichiara di tenere in auto un amuleto; circa il tipo di portafortuna, però, la fantasia spazia: si va dai classici, come il cornetto rosso o un quadrifoglio, ad altri più ingombranti come un ferro di cavallo o originali come un oggetto coi colori della squadra del cuore. Per arrivare in orario agli appuntamenti si devono muovere per tempo quegli automobilisti che sfogano la loro superstizione facendo sempre un giro completo attorno alla vettura prima di salire (3,6%), così come quelli che, se lo incontrano per strada, non si azzardano a superare un carro funebre vuoto. Fra le altre superstizioni messe in atto dagli automobilisti italiani, il numero 17. Alcuni intervistati ammettono che se, a fine percorso, il contachilometri segna un numero che finisce con 17 fanno qualche altro metro per arrivare al 18; altri, ancora più radicali, se è venerdì 17 non guidano e lasciano la macchina a riposare in garage fino al giorno dopo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto