Non pagò gioielli e un Rolex, il primogenito di Bossi condannato a 10 mesi

Stangata in casa Bossi e da un tribunale del profonfo Nord. Riccardo Bossi (nella foto), primogenito del fondatore della Lega, Umberto Bossi, è stato condannato dal Tribunale di Busto Arsizio (Varese) a dieci mesi di reclusione (pena sospesa) e a una multa di 100 euro per aver acquistato dei gioielli e un orologio Rolex in un negozio di Busto Arsizio senza pagare il conto.

a-bossiumberto

Dovrà risarcire 10.000 euro

Riccardo Bossi, inoltre, dovrà versare un risarcimento di 10.000 euro al gioielliere che lo aveva denunciato, Bruno Ceccuzzi. Il figlio di Bossi è stato accusato di truffa aggravata per non aver saldato un debito che in totale ammontava a circa 20.000, nonostante i continui solleciti e le promesse di pagamento. Nella scorsa udienza il pm aveva chiesto la condanna a un anno e due mesi di reclusione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto