Sbiancanti, ma non troppo: dall’Antitrust 500.000 euro di multa a Colgate

Multa da 500.000 mila euro per Colgate e per i suoi dentifrici Expert White e Max White-One. A comminarla è stata l’Antitrust a causa delle reclamizzate capacità sbiancanti che in realtà non sono così efficaci. Pubblicità ingannevole, dunque, come racconta Adiconsum, secondo cui, “in base a quanto affermato dal Dipartimento di scienze clinico-chirurgiche, diagnostiche e pediatriche dell’università degli studi di Pavia, i dentifrici sbiancanti hanno una funzione superficiale: in pratica rimuovono le macchie che si depositano sullo smalto dei denti”.

“Diverso dal trattamento professionale”

“Inoltre”, scrive ancora l’associazione sul suo sito citando gli esperti, “vi è una profonda differenza tra il dentifricio sbiancante e un trattamento professionale eseguito da un odontoiatra o igienista dentale: il trattamento professionale utilizza un gel a base di perossido di carbamide (35%), mentre i dentifrici sbiancanti utilizzano sostanze abrasive (Hydrated silica, Calcium carbonate, Dicalcium phosphate dihydrate, Aluminia, Perlite, Sodium bicarbonate), chimiche (Hydrogen peroxide, Sodium citrate, Sodium pyrophosphate, Sodium tripolyphosphate, Sodium hexametaphosphate , Papain), e ottiche (Blu covarine)”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto